Giornata del Contemporaneo, al Museo Diocesano di Teggiano Vibrazioni dell’Animo assicurate con Monica Camerota

Ricorre oggi la 14^ edizione della Giornata del Contemporaneo, con l’apertura straordinaria di musei, gallerie e luoghi della cultura. Organizzato da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani – l’evento è dedicato all’arte contemporanea, e vede anche nel Vallo di Diano numerosi appuntamenti.

 

giornata del contemporaneo museo diocesano teggiano

Tra quelli sicuramente più particolari ed interessanti, l’abbinamento tra arte classica e contemporanea allestito per l’occasione presso le sale espositive del Museo Diocesano di Teggiano, che propone eccezionalmente, non solo nella giornata odierna ma anche nei prossimi giorni, l’esposizione “Vibrazioni dell’Animo”, con le opere dell’artista valdianese Monica Camerota.

43880169_2732776216947391_1591334010787725312_n

Ne abbiamo parlato con il direttore Marco Ambrogi e con la Storica d’Arte Alessia Del Pomo

MONICA CAMEROTA

monica camerota giornata del comtemporaneo museo diocesano teggiano
La poetica pittorica dell’artista campana racchiude e custodisce un magmatico abisso di emozioni e colori, che trovano la loro genesi nella calda e corposa emozionalità dalle cromie forti e decise in alcuni spazi pittorici e tenui e delicate in altri. Il suo mondo pittorico è un gioco di equilibrio tra emozionalità e sogno che probabilmente si origina dalla realtà. Monica trova nel colore non solo l’usata tradizione pittorica e le esperienze più importanti della contemporaneità, ma il mezzo per esprimere una personale visione della sua emozionalità autobiografica. E’ una realtà che racconta, si racconta e ci racconta: una voglia di dire le grandi vibrazioni emozionali dell’animo umano attraverso il linguaggio essenziale del colore. La sua è una proposta che si inserisce in una dimensione psichica abbastanza profonda, che molto spesso va oltre la semplice percezione ottica. Una possibile chiave di lettura della pittura e dell’arte dell’artista, carica di eros e di pathos, di esplosive emozioni colorate e di intense sensazioni è nella miriade di sfumature: rossi vivi e vitali, azzurri che si accendono di luce e di malinconia sognante, di ocre e terre che sembrano il riflesso di un mondo all’imbrunire. Di fondamentale importanza per l’artista è stata la frequentazione dell’Accademia di belle arti di Napoli dove ha trovato una certa affinità pittorica con la poetica artistica del suo insegnante di pittura Salvatore Provino con cui condivide il senso profondo dell’interiorità autonoma delle forme pittoriche. Dopo i titoli conseguiti presso l’Accademia, appassionatasi ancora più profondamente all’arte, decide di intraprendere un nuovo ed impegnativo percorso di studio e di alta formazione nel campo del restauro dei beni culturali, attualmente è allieva presso l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro.
Nella sua pittura più recente Monica sta introducendo le tecniche pittoriche antiche per non dimenticare da dove nasce la pittura, cercando di portare nell’insieme un equilibrio gradevole a livello cromatico e compositivo, senza lasciare nulla al caso neanche la consapevolezza sulla scelta dei materiali e della loro conservazione nel tempo. Ha estrinsecato questo mondo pittorico scrivendo:
“Quello che mi propongo e che sto tentando di raggiungere è far affiorare, magari impetuosamente, naturalmente, con semplicità, passione e spontaneità, quelle parti segrete e nascoste che veramente emergano attraverso l’atto del mio modo di dipingere. Mi piace trasformare le prospettive più conosciute con altre, più libere e inconsuete, sognare e far sognare altri occhi, altri animi, altri menti, nuove dimensioni in cui non esistono regole, confini e limiti. Dipingere per me è libertà e vita destinata a rimanere impressa nel corso del tempo. Non abbandonerò mai la passione che ho per la pittura anche se l’impegno che nutro per il restauro prende gran parte del mio tempo, ho inoltre un grande sogno: un laboratorio di restauro nel nostro bel Vallo di Diano ed io farò del mio meglio. Ringrazio il Direttore Marco Ambrogi e la collaboratrice Alessia Del Pomo per avermi invitata ad esporre in occasione della giornata del contemporaneo e mi dispiace non poter essere fisicamente in situ per gli impegni attuali che mi tengono distante. Tra le opere esposte nella giornata del contemporaneo abbiamo Tormento Crepuscolare ovvero la mia prima opera che ho realizzato all’età di 21 anni, sono particolarmente legata a tale opera in quanto ricordo ancora oggi la sensazione che avvertivo quando automaticamente i miei gesti facevano affiorare sulla tela attraverso pochi colori delle forme che messe insieme hanno contribuito ad un’equilibro quasi surreale. Altra opera del 2003 è Sinfonie d’Autunno, in questa tela cominciavo a far emergere il movimento e il cromatismo caratteristiche del mio linguaggio pittorico. I movimenti armonici, i ghirigori, la pienezza nel movimento ben si inseriscono nel contesto Museo Diocesano in quanto lo trovo molto in sintonia con il dinamismo dei florilegi di fine Seicento della Cappella Francone. L’opera più recente a livello temporale è L’Antro dell’Animo dipinta nel 2005 , quest’opera non mi abbandonerà mai, c è la mia energia di quel tempo che ancora oggi sento dentro e non mi abbandona, c’è un percorso che ancora adesso sto seguendo, adoro i rossi e le sue sfumature, da notare la citazione dell’Antro della Sibilla di Napoli sotterranea, ricordo una fantastica foto di Mimmo Jodice in bianco e nero a riguardo che mi ispirò.”
Tormento Crepuscolare, 100 x 100 cm, tecnica mista su tela, 2003
Sinfonie d’Autunno, 100 x 150 cm, tecnica mista su tela, 2003
L’Antro dell’Animo, 80 x 120 cm, olio su tela, 2005

Giornata del Contemporaneo, il 13 ottobre tanti Eventi nel Vallo di Diano

Nel Vallo di Diano la Giornata del Contemporaneo sia avvale anche della collaborazione de “La Nova Civitas” di Padula, e della consulenza tecnica ed organizzativa del vice presidente Giuseppe Verga

A Polla, Libera essenza, pensieri d’argilla: dalle ore 18 presso il Museo del Costume “Insteia Polla”, esposizione delle opere realizzate durante il corso di modellato proposto da Nova Civitas con la direzione dell’artista Roberta Chianese, il patrocinio del Comune di Polla e la collaborazione dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Pomponio Leto” di Teggiano e del Forum comunale dei giovani. A Castelcivita, evento Appartenenze: nel fantastico scenario delle Grotte, il Comune propone una mostra d’arte contemporanea con le opere degli artisti Rossella Mastalia, Claudia Cimino, Linda Edelhoff, Gelsomina Ferrara, Carmen Iorio, Flora D’Angelo, Margherita Viggiano, Fabio Colasante. La mostra sarà fruibile ai visitatori che acquisteranno il tour guidato alle Grotte. A Sala Consilina, Arti a confronto: il Comune e la Società Operaia Torquato Tasso, presso la Cappella San Giuseppe e la sede storica della Società in via Cavour, renderanno fruibili la mostra delle opere di Ugo Lo Bosco e una selezione di documenti antichi. Ad Atena Lucana, in programma Atena In Contemporanea: il Comune presso il Museo Archeologico “Elena D’Alto” e i locali della SCHIFA, propone un incontro tra l’antico ed il contemporaneo con un’esposizione di trenta opere di artisti locali. A Padula, presepi contemporanei: nel cuore del centro antico padulese, presso l’ex chiesa di Sant’Agostino, l’Associazione Nazionale Amici del Presepe-sezione Gallo propone visite alla selezione di opere d’arte presepiale. A Monte San Giacomoc’è AR CO, cioè ARte COntemporanea nelle sale di Palazzo Marone. EsporrannoLiliana Bermudez, Liliana D’Auria, Roccanna Giordano, Daniela Totaro, A. Caporrino , Antonio Caporrino, Federica Lisa e PeppArt. A Teggiano, in programma Vibrazioni dell’animo: cromie vibranti delle opere di Monica Camerota arricchiranno la sala espositiva del Museo diocesano San Pietro Diocesi grazie alla Diocesi Teggiano-Policastro e la Paradhosis soc. coop. Nel complesso monumentale della SS. Pietà, esposizione collettiva degli artisti contemporanei Rosa Penna, Gianna Penna, Antonietta Morena, Pasquale Corvino, Cono Giardullo, Flavio Trezza, Massimiliano Rossomando. 

Notizia letta 171 volte

Potrebbe piacerti anche ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>