Basket, Serie C Silver : Esordio in parata per la Diesel Tecnica. Al Palazingaro non c’è storia contro Curti

40′ di passerella. La Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità onora il pubblico che ha affollato il Palazingaro per la prima partita di sempre in serie C con una comoda vittoria contro la Bristoforno Curti (83-41 al suono dell’ultima sirena). Un viaggio senza contrattempi né incidenti di percorso per i blue boys di Giuseppe Ferrara, che hanno spadroneggiato contro i giovanissimi casertani, troppo teneri sotto canestro per poter interrompere o quanto meno disturbare il monologo bianco-azzurro. Se la Virtus 04 assomiglia ad un cantiere (ma la società si muoverà sul mercato, come annunciato dal tecnico Pierluigi Esposito), la Diesel Tecnica si è già data una fisionomia piuttosto definita, benché abbia disputato appena tre partite ufficiali: il perimetro come terra di conquista per i tiratori, l’area come giardino di casa per i rimbalzisti. Infine, un occhio di riguardo per tutto il roster: ad eccezione di Sorrentino – bloccato da un infortunio alla caviglia – Ferrara ha spedito in campo tutti gli uomini a referto, schierando a lungo le matricole del gruppo Altavilla e D’Elia accanto ai “veterani” salesi (Durante, i fratelli Campaiola e Botta). Ovvio che una partita del genere possa dare indicazioni del tutto relative sui punti di forza del gruppo e sulle anomalie da correggere. Tuttavia, si ha l’impressione che la squadra – rinfrancata dal 3/3 di inizio stagione – possa affrontare il doppio derby salernitano contro la IMA Cava de’ Tirreni e la Polisportiva Folgore Nocera con la necessaria serenità.

Per il ritorno a casa Pozzillo dopo cinque mesi di assenza, Ferrara sceglie il quintetto d’alto bordo: Piscicelli è l’uomo d’ordine, Fabiano e Capaccio si posizionano sugli esterni, Norci si spartisce la merenda sotto canestro con Ambrosano. Quintetto leggero per Esposito, a cui mancano i chili, i centimetri (ed i rimbalzi) di un vero lungo: Guerriero si mette al servizio di un quartetto di tiratori puri (Lubrano, Ciccone, Ceriello ed Andrea Cappabianco). Copione chiaro e tondo fin dalla palla a due: Ambrosano spalanca una ad una le porte della difesa, Fabiano si scalda dai 6.75 (15-5 al 6′). La Bristoforno ricorre con insistenza al tiro pesante: l’anello non è benevolo con i casertani. Trinità prosegue la sua marcia senza disdegnare transizioni fulminee (Fabiano da fondo campo per Norci, assist per Ambrosano: due punti costruiti con rara perizia), lasciando a Curti gli avanzi del banchetto. Brivido a fine quarto: il capitano della Diesel Tecnica rimedia un colpo al torace che lo terrà fuori per tutto il secondo quarto. Norci e Gianluca Campaiola lo rimpiazzano onorevolmente: 25-7 al termine della prima ripresa. Dal laboratorio di coach Ferrara esce un quintetto tutto salese: Durante, Botta, Altavilla ed i fratelli Campaiola, con D’Elia a spizzicare minuti di partita. I riflettori sono puntati su un energico Botta: nella passata stagione abbiamo apprezzato le sue qualità in contropiede; al suo curriculum ha ora aggiunto l’arresto e tiro dal medio raggio. Ne colleziona tre in un quarto: ragguardevole. La Bristoforno – a cui servirà tanto tempo per prendere le misure ad una categoria tanto esigente – è poco più di una comparsa: Guerriero non replica le due belle prestazioni contro il Centro Pasteur Parete ed il Forio Basket; il resto della fanteria leggera rimedia brandelli di gloria dalla distanza (vedi alla voce Ciccone) e in isolamento. Finale di tempo speso dai bianco-azzurri tra tiri liberi ed agevoli incursioni in area: all’intervallo lungo la cena è già servita (48-16). Dopo la ricreazione, Ferrara ripropone i titolari: qualità ed intensità della recitazione non cambiano, eccezion fatta per un breve momento d’impasse al via. Ambrosano ricomincia ad accarezzare il nylon (24 punti, miglior marcatore della serata); Piscicelli va a segno sia dall’arco, sia dal mezzo angolo (13 punti per il napoletano); Fabiano non vuole sfigurare e s’inventa un canestro in rovesciata. Occorre aggiornare di continuo il dato sul vantaggio massimo, che sfonda il muro dei quaranta punti in prossimità della penultima sirena. Curti rovista la panchina in cerca di punti e di uno scatto d’orgoglio: le marcature di Ceriello e Ciccone stemperano di poco le asprezze della trasferta salese (69-27 dopo 30′). Come detto in precedenza, la Diesel Tecnica affronta la parte conclusiva del tragitto con il quintetto di scorta a trazione salese: Botta sale in doppia cifra, Durante non perde il vizio della tripla, Altavilla segna i primi punti della carriera in serie C, i fratelli Campaiola fanno il loro dovere sotto i tabelloni. La Bristoforno comincia a raccogliere qualche soddisfazione da tre punti (Lubrano va a segno due volte), dalla panchina si affaccia Di Lorenzo. D’Elia prova a corteggiare senza fortuna il canestro avversario, poi si spengono le luci. Per il debutto assoluto ai piani alti del basket campano può bastare.

Testo di Carmine Marino

 

Serie C Silver, terza giornata. I risultati

Forio Basket – IMA Cava de’ Tirreni 90-76; New Caserta Basket – Ca.&Bi. Saviano 80-56; Basket Venafro – Sporting Portici 77-96; Centro Pasteur Parete – Polisportiva Folgore Nocera 73-64; Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità – Bristoforno Curti 83-41; Promobasket Marigliano – Miwa Benevento 86-73. Riposa: Al Delfino Mugnano

 

La classifica

 Forio Basket, New Caserta Basket, Promobasket Marigliano 6; Centro Pasteur Parete, Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità 4; Miwa Benevento, Ca.&Bi. Saviano, Basket Venafro, Sporting Portici 2; IMA Cava de’ Tirreni, Al Delfino Mugnano, Polisportiva Folgore Nocera, Bristoforno Curti 0

IMA Cava deTirreni e Centro Pasteur Parete una partita in meno. Le due squadre disputeranno il recupero di campionato giovedì 25/10 (ore 21.15, campo neutro di

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#