Nella Città Museo del Vallo di Diano, l’arte pittorica del maestro Gualtiero Passani fino al 15 gennaio

Sono una quarantina le opere esposte nell’ambito della mostra personale del maestro Gualtiero Passani in programma a Teggianosino al prossimo 15  gennaio prossimo, all’interno del suggestivo scenario del complesso monumentale dalla Santissima Pietà.

Curata dal noto critico d’arte Lorenzo Pacini, l’esposizione propone opere realizzate in lungo arco temporale che inizia dagli Anni 50’ e si conclude nel 2018. Il visitatore può ammirare, tra le altre opere, “Racconto di Sera”, ultima fatica artistica di Passani realizzata quest’anno,  ma anche “il Venditore di frutta” del 1957, il “Corpo di ballo” del 2009 e tante altre fra le  più rappresentative della collezione personale dell’artista toscano.

Gualtiero Passani, considerato uno dei più grandi pittori viventi del ‘900 italiano, attraverso i suoi dipinti racconta diverse epoche come, ad esempio, lo stato di indigenza del Dopoguerra con personaggi che esprimono sempre positività e speranza. Nel corso della sua lunga carriera si è caratterizzato sia per la sua poliedricità sia per essere stato in grado di conservare una propria autonomia artistica pur avendo avuto rapporti con pittori di valenza quali  Pablo Picasso,  Arturo Dazzi, Moses Levy ed Ottone Rosai.

Quella di Teggiano rappresenta la prima tappa espositiva in Campania di Passani che nella prossima primavera approderà a Napoli. Alla cerimonia di inaugurazione della mostra ha partecipato, tra gli altri, anche l’assessore regionale al turismo, Corrado Matera. “La mostra di Passani – ha dichiarato Matera – dimostra che il Vallo di Diano è entrato a pieno titolo nei cosiddetti circuiti dei grandi attrattori regionali. Non è un caso che la mostra di Passani dopo Teggiano approderà a Napoli, come dire un ponte culturale che unisce diversi territori della Campania”.

La mostra, ad ingresso gratuito, sarà aperta dal lunedì al venerdì (ore 16-19), mentre sabato e domenica di mattina e pomeriggio (9-13 e 16-19).

L’evento espositivo rientra nell’ambito del progetto “DON” cofinanziato dal POC Campania 2014-2020, linea strategica 2.4, rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *