Auletta, compie cinque anni la frana sulla SS 19 della Calabrie. Ecco le immagini

Compie cinque anni la frana di Auletta. E’ il titolo con il quale abbiamo aperto il nostro servizio, un titolo che ormai campeggia sulle pagine dei giornali da troppo tempo. Era infatti il 23 gennaio del 2014, quando una frana inghiottì letteralmente un tratto della SS 19 delle Calabrie, all’altezza del Km 46 in contrada “Battaglione” ad Auletta. Cosa è cambiato rispetto a quella data? Nulla, se non un progressivo rallentamento delle pratiche burocratiche e il peggioramento delle condizioni del tratto in questione, con un progressivo smottamento del terreno. Nel 2016 il Consigliere Regionale, Presidente della IV Commissione Consiliare “Lavori Pubblici, Trasporti, Urbanistica” l’Ing. Luca Cascone, si fece carico del problema, assicurando la soluzione alle comunità locali in tempi rapidi. Quei tempi sono passati, anzi scivolati come il fango che ha seppellito di fatto le promesse. Infatti, dopo i normali solleciti da parte dell’amministrazione di Auletta, dei comitati , associazioni e della comunità locale nel tempo, l’Anas nel 2016, insieme alla Regione Campania, stanziò complessivamente 8 milioni di euro per il rifacimento e il monitoraggio del tratto. Fu indetto, in data 30 novembre 2016 un bando di gara d’appalto per l’ affidamento dei lavori, con scadenza delle domande in data 7 febbraio 2017. Poteva trattarsi dell’ultimo atto? Certo che no. Dopo un periodo di stallo e nessun inizio dei lavori, entrò in campo la magistratura e il Tar di Salerno. Nell’estate 2018, l’Anas aveva affidato i lavori ad un’azienda, ma il ricorso al Tar e successivamente al Consiglio di Stato di una ditta non vincitrice della gara, aveva rallentato ulteriormente il cosiddetto iter. Un ricorso tira l’altro, perché un’altra ditta che aveva partecipato, ha deciso poco tempo fa, di presentare ricorso al Tribunale Amministrativo. Al primo ricorso, che richiedeva la riammissione di 11 ditte alla graduatoria della gara d’appalto, se n’è aggiunto un altro che chiede addirittura l’annullamento dell’intera gara per l’aggiudicazione dei lavori. Il ricorso verrà discusso  al Tar Salerno il prossimo 13 marzo. In sintesi, come spiegato in maniera molto chiara dall’assessore del Comune di Auletta, Antonio Addesso, sono due gli scenari: qualora avesse esito negativo la  richiesta dell’annullamento della gara, allora si potrebbe continuare con l’iter per l’esecuzione dei lavori, al contrario, se invece venisse accolto il ricorso dal Tar Salerno ebbene l’Anas dovrebbe indire una nuova gara d’appalto con ulteriore allungamento dei tempi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#