Maxi sciopero dinanzi alla Prefettura. Lavoratori Treofan e Princes in agitazione

Imponente sciopero questa mattina dinanzi alla Prefettura di Salerno, dove circa 250 lavoratori, hanno manifestato il loro malcontento. Da una parte i circa 200 lavoratori della Treofan di Battipaglia, che rivendicano il loro diritto al lavoro e manifestano contro la chiusura dell’azienda battipagliese, acquisita da un sodalizio straniero; dall’altra parte i 55 operai dell’azienda conserviera Princes di Angri, contro la delocalizzazione dell’industria a Foggia. Per la Treofan sono già partite le lettere di licenziamento, mentre il ministero dello Sviluppo economico sta lavorando con il sindacato per costituire un tavolo con l’azienda. L’ufficialità della chiusura dello stabilimento chimico di Battipaglia di proprietà del Gruppo indiano Jindal, che produce pellicole di polipropilene, è arrivata pochi giorni fa. Ottanta dipendenti rimangono così senza lavoro. Timori per la sorte dell’altra fabbrica di Terni. Per la Princes, invece, per tutelare i lavoratori contro la delocalizzazione dell’azienda è intervenuto il Comune di Angri, che ha proposto di utilizzare i beni sequestrati alla camorra come sede aziendale per far rimanere l’industria conserviera in territorio campano , evitando così il trasferimento a Foggia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#