Basket, serie C Silver: Alla Diesel Tecnica non riesce il colpaccio. Cava sfonda nel quarto periodo

Tutti i colori della Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità: il nero dei primi dieci minuti, durante i quali la IMA Cava de’ Tirreni non fa prigionieri e scappa via; il rosso fuoco del terzo quarto, quando Trinità rimette in piedi la partita dopo una lunga rincorsa; il grigio degli ultimi dieci minuti e mezzo, che portano il distacco fino ai 17 punti che il tabellone mette in evidenza all’ultima sirena. 73-56 per i metelliani, che si confermano al secondo posto in classifica – in coabitazione con il Promobasket Marigliano, vincente in casa contro lo Sporting Portici – al termine di una prova ben più faticosa di quanto il risultato non lasci intendere. La Diesel Tecnica c’è stata, eccome: presenza sul perimetro e sotto i tabelloni, capacità di adattamento alle scelte difensive operate da Festinese. Tuttavia, le ombre hanno sovrastato le luci: non pervenuto il contropiede, il tiro pesante si è fatto desiderare a lungo. L’arrendevolezza, infine: quando i cannonieri cavesi hanno piazzato tre triple di seguito tra la fine del terzo e l’inizio del quarto periodo, i riflettori si sono spenti definitivamente. Non resta che fare fagotto e rimettersi in cammino: sabato prossimo si gioca a Nocera Inferiore contro la Polisportiva di coach Palomba che, seppure in crisi di risultati, è uscita a testa alta dalla trasferta di Forio.

Ferrara lascia inalterato l’ordine degli addendi: riconfermati i titolari di sempre (Piscicelli-Capaccio, Fabiano, Norci-Ambrosano). Aldo Festinese consegna a Somma il posto di comando, Chirico e Catapano in mezzo al guado, Senatore tuttofare, l’ex di turno Vincenzo Di Somma nel cuore dell’area. Bastano tre minuti alle aquile metelliane per allungare sul 7-0: Chirico e Somma si procurano un paio di tiri aperti, sabotando le rotazioni difensive degli avversari; Alfonso Senatore affonda il colpo dalla grande distanza. Trinità, già in sofferenza dall’arco, si sblocca con Ambrosano, poi sfilano solo i metelliani: Senatore brucia la retina con i piedi all’interno dell’arco, Fiorillo sbuca dalla panchina e semina i difensori salesi in velocità. La Diesel Tecnica spezza l’appetito con una tripla da 9 metri di Capaccio (8-15 al 7′), eppure i cavesi non si scompongono, tutt’altro: Di Somma sconfina nell’area nemica e sfrutta accoppiamenti a lui favorevoli per andare a segno; Senatore si ripete da tre. Primo quarto dall’esito inequivocabile: 10-19 esterno. Spazio agli specialisti da una parte e dall’altra: Trinità schiera Botta e Durante per cambiare marcia in attacco, Cava risponde con una generosa infornata di piccoli (Carlo e Riccardo Russo), la riconferma di Fiorillo in regia e il debutto di Orazzo sul parquet. Tre minuti con le mani gelate da una parte e dall’altra prima che Botta irrompa con un canestro dal mezzo angolo. Non sarà l’unica nota positiva sulla pagella della giovane guardia salese: accelerazioni sul primo passo e canestri di rapina, otto punti in un quarto. Durante duetta con Ambrosano, che marca da sotto i punti del -5 (21-26 al 16′). Accantonati gli specialisti, Festinese insegue la buona vena dei titolari (eccezion fatta per Senatore, lasciato a riposo per tutto il secondo periodo): Chirico prende il tempo a Durante, a cui viene fischiato anche un fallo tecnico per proteste; Orazzo segna di mestiere l’unico canestro della sua serata; Catapano punge di rado: i punti, però, arrivano lo stesso. A pochi rintocchi dall’intervallo, ci sono undici lunghezze di scarto (23-34). La Diesel Tecnica smuove le acque solo a cronometro fermo: passivo in doppia cifra a metà gara. I blue boys riprendono la marcia con maggiore convinzione: Capaccio e Fabiano impugnano l’arco e segnano dalla distanza (30-34 al 21′). IMA spaesata e con poche idee in attacco: Senatore spara a salve, Somma e Fiorillo smarriscono l’ispirazione contro l’aggressiva difesa individuale schierata da Ferrara. Occorre un gioco da tre punti di Catapano perché i metelliani si scuotano: Di Somma – molto più brillante del pari ruolo Orazzo, oltretutto condizionato dai falli – dà un dispiacere ai suoi vecchi tifosi con un’incursione a ridosso del ferro ed un centro dal medio raggio (34-41 al 27′). Più volte ricacciata indietro, la Diesel Tecnica non si perde d’animo: Capaccio non tradisce da tre, Sorrentino – gettato nella mischia quando il cronometro corre verso la fine del terzo periodo – accarezza la retina con l’aiuto del tabellone, Ambrosano aggiusta la mira dall’angolo e ristabilisce la parità a quota 41. Mancano poco meno di 50″ all’ultimo intervallo: un tempo più che sufficiente alla IMA Cava de’ Tirreni per sciogliere ogni equivoco e galoppare verso la vittoria. Prima Senatore – assai defilato fino a quel momento: i bianco-azzurri lo avevano isolato dal gioco con raddoppi sistematici – poi Catapano allo scadere assestano un secco uno-due dall’arco per il +6 rosso-blu (41-47). Tocca infine a Somma, anch’egli attore non protagonista per intere fasi dell’incontro, aggregarsi alla nutrita compagnia del tiro pesante. Sotto di nove punti, Trinità prova a rimandare il momento del congedo: Durante torna in campo e segna dai 6.75 (46-54 al 34′). Un episodio che non interrompe la densa liturgia di canestri cavesi. Un profeta su tutti: Alfonso Senatore, che si aggiudica anche il titolo di miglior realizzatore con 21 punti all’attivo. Provata dalle stoccate del capitano cavese, la Diesel Tecnica inizia a boccheggiare anche per effetto di alcune scadenti chiamate arbitrali che scatenano le dure reazioni del pubblico e della panchina (un tecnico a testa per Ferrara e Capaccio). I semiganci firmati Di Somma ed una tripla aperta di Fiorillo decretano in anticipo il successo del Cava Basket, che aggiunge distacco a distacco grazie alle estemporanee sortite di Carlo Russo e Santucci. La Diesel Tecnica iscrive a bilancio un guizzo di Capaccio, che si spinge così fino a quota 15, ed una manciata di tiri liberi: le ultime, magre portate di una serata senza gloria.

Testo di Carmine Marino

 

Serie C Silver, diciassettesima giornata. I risultati

Pietratorcia Forio – Polisportiva Folgore Nocera 78-68; Basket Venafro – Ca.&Bi. Saviano 70-60; Al Delfino Mugnano – Bristoforno Curti 74-58; Centro Pasteur Parete – Miwa Benevento 89-88; Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità – IMA Cava de’ Tirreni 56-73; Promobasket Marigliano – Sporting Portici 99-83. Ha riposato: New Caserta Basket

 

La classifica

New Caserta Basket 30; Promobasket Marigliano, IMA Cava de’ Tirreni 24; Pietratorcia Forio 22; Miwa Benevento 20; Centro Pasteur Parete 18; Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità, Al Delfino Mugnano 14; Basket Venafro, Polisportiva Folgore Nocera, Ca.&Bi. Saviano 10; Sporting Portici 8; Bristoforno Curti 0

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#