Rifiuti in strada a Sala Consilina. Monta la polemica sul web

La polemica relativa alla raccolta dei rifiuti a Sala Consilina corre sul web e sui social. Dopo le lamentele dei giorni scorsi legate a presunti disservizi nella raccolta registrati nei giorni in cui Sala Consilina è stata imbiancata dalla neve, l’argomento torna alla ribalta oggi grazie ad un post pubblicato su Facebook dall’attore e regista salese Enzo D’Arco  che parla di “rifiuti rifiutati”. “Sono diverse settimane, si legge nel post di denuncia, che siamo costretti a vivere nel disagio più completo, in quanto i giorni di ritiro dei rifiuti non vengono più rispettati e senza nessun preavviso. In alcuni giorni non passa proprio nessuno. In altri, alcune cose vengono raccolte ed altre no. Telefonando agli uffici comunali per avere spiegazioni e chiarimenti, le risposte sono vaghe e diverse”. Enzo D’Arco parla della situazione in via Macchia Italiana, ma fa riferimento ad una polemica che già da qualche giorno vede cittadini residenti anche in altre zone lamentarsi sui social oltre che ad un un dibattito sulla questione che tiene banco tra opposizione e maggioranza consiliare. “ad ogni modo, termina D’Arco, spero che un miracolo avvenga, ovvero che la situazione venga risolta definitivamente ed al più presto dall’amministrazione comunale”. L’amo lanciato da Enzo D’Arco su Facebook , ha portato ad un dibattito al  quale hanno preso parte anche operatori della raccolta dei rifiuti interessati a vario titolo. C’è infatti chi sostiene che, documenti alla mano, “ tutto è programmato e nulla è cambiato se non la spartizione delle aree di raccolta e l’ operatore di competenza. Detto ciò i calendari di conferimento sono i medesimi e purtroppo, scrive l’operatore addetto alla raccolta, verifico che tanta gente che si lamenta e segnala, dopo 3 anni ancora non li conosce. Soprattutto vanno rispettati gli orari oltre che i giorni di conferimento perchè gli operatori passano la mattina presto e non quando la gente sta più a comodo. Come è possibile, per esempio, che il giorno della vigilia di Natale, giorno pre festivo, lungo la provinciale alle 9 del mattino c era già il corredo di buste di multi materiale appeso, quando nella migliore delle ipotesi pur volendo lavorare il giorno di Natale bisognava cacciarla la sera? Allora bisogna iniziare prima dalle disciplina delle persone e poi si passa ad individuare le eventuali negligenze degli operatori perché anche loro possono sbagliare per distrazione o anche per incapacità a svolgere un servizio ma, ci vuole correttezza da tutte le parti. Per quanto riguarda la puntualità della raccolta, termina l’operatore, va ricordato che prima c’erano nel lavoro pratico anche gli operatori comunali e uscivano 2 camion in più ogni mattino. Questo non è un alibi ma fa comunque un po’ di differenza nella contemporaneità del lavoro”. Il dibattito sulla nuova gestione della raccolta differenziata dunque resta aperto ed è attesa anche la posizione dell’amministrazione comunale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *