Bambina di soli 2 anni contesa dai genitori: lui valdianese, lei russa. La storia raccontata dall’Avv. Enrico D’Amato

Ancora una triste storia di un bambino conteso tra i genitori nel nostro territorio: lui un valdianese, lei di origine russe. La bambina ha solo due anni e già si trova al centro di  una vicenda giudiziaria che ha visto, nei giorni scorsi, una sentenza in primo grado di un tribunale russo stabilire che la piccola “deve ritornare in Italia” così come aveva richiesto il padre. L’uomo aveva avanzato questa richiesta al tribunale, attraverso il suo legale: l’avvocato Enrico D’Amato un esperto in vicende di questo tipo che, tutti ricorderete, riuscì dopo una lunga e complessa battaglia giudiziaria e dopo mesi di ricerche in Venezuela con l’ausilio dell’Interpool,  a far ritornare in Italia, a Sant’Arsenio,  il piccolo Francesco Solimo. A settembre , ci ha raccontato D’Amato, la donna è partita alla volta della Russia con la piccola per far visita alla sua famiglia di origine. Dopo qualche giorno, ha comunicato al suo compagno di non voler ritornare più in Italia e  che se avesse voluto rivedere la bambina avrebbe dovuto versare del denaro. Da qui è cominciato l’incubo del mio assistito. Dopo la sentenza di primo grado che accoglie la nostra istanza, in Russia si è costituto un vero e proprio fronte di protesta che appoggia le ragioni della donna. E’ il momento che anche qui, in Italia, nel Vallo di Diano , aggiunge il legale, facciamo sentire la nostra voce. Dobbiamo appoggiare le giuste richieste del nostro concittadino che chiede semplicemente che la bambina torni a vivere dove è nata, nel Vallo di Diano”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#