Castello Macchiaroli “deturpato” dai parcheggi, La Soprintendenza scrive al Comune: “Intervenite”

È uno dei simboli del Vallo di Diano, uno dei luoghi più belli e visitati e che permette di far un viaggio nel tempo in ogni suo angolo. È il castello di Teggiano, il castello Macchiaroli che si erge sul Vallo da secoli con bellezza e maestosità. Ma va tutelato. Anche dal parcheggio selvaggio, soprattutto di mezzi non adatti alla sua cornice. Lo sostiene la Sovrintendenza che già in una nota del 2015 aveva chiesto al Comune di Teggiano di intervenire per porre dei provvedimenti. E ora la richiesta viene ribadita dall’ente di controllo della Bellezza all’amministrazione comunale guidata da Michele Di Candia. Il tutto rientra in una mission che da tempo la proprietà del castello sta portando avanti: la tutela del castello a 360 gradi. Una tutela interna – che Gisella Macchiaroli porta avanti con sforzo ed energia – e una esterna – che vede diversi fattori da tener conto. L’evento clou del castello è l’assalto alla Tavola della principessa Costanza con migliaia di visitatori che da anni invadono Teggiano. Ma tanti sono gli appuntamenti culturali e ludici che riempiono di contenuti una cornice meravigliosa come quella del castello. Per questo la tutela anche visiva della roccaforte rappresenta un ulteriore sforzo per la bellezza che attiri turismo e visitatori. Da qui la richiesta della Sovrintendenza al Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#