Encomio per il carabiniere che fuori servizio scoprì un piromane a Teggiano e contribuì a domare l’incendio

Fuori dal servizio contribuì a far arrestare un piromane e a salvare una montagna dall’incendio. Per questo motivo, il maresciallo Maurizio Barillaro dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sala Consilina ha ricevuto, nei giorni scorsi, un encomio durante un evento in Legione Campania dal parte del comandante, il generale Stefanizzi. “Evidenziando spiccata iniziativa ed elevato senso del dovere, dopo aver monitorato una persona sospetta che si addentrava in una zona boschiva del parco Nazionale (a Teggiano – ndr), lo sorprendeva appiccare un incendio. In seguito si adoperava per domare l’incendio ed evitare più gravi conseguenze, e forniva fondamentali informazioni nelle fasi successive per individuare e arrestare la persona”, questo si legge nell’encomio. Il Comando provinciale dei Carabinieri di Salerno all’epoca diffuse un video dove veniva mostrato il luogo da cui il piromane arrestato a Teggiano era riuscito ad addentrarsi nel bosco, in località Pedemontana dove ha appiccato un incendio. L’uomo, un 24enne di origine rumene, era stato sorpreso dal militari, fuori servizio, della Compagnia di Sala Consilina, diretta dal capitano Davide Acquaviva, appiccare un incendio proprio nel bosco in cui la settimana precedente erano andati distrutti circa 80 ettari di macchia mediterranea. Questo anche per le direttive impresse dal comando sulla caccia ai piromani, in una estate caldissima in tutta la Campania con oltre 100 incendi.

Grazie alla prontezza del militare, fu rintracciato e arrestato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#