Spacciatore saprese incastrato dal fiuto dei cani Olli e Nino

I Carabinieri del NORM della Compagnia di Sapri, nel corso di specifici servizi di contrasto al consumo e traffico di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un 63enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti specifici, ritenuto responsabile del reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti.   I militari del Nucleo Operativo, collaborati da unità del Nucleo Cinofili di Sarno, alle prime ore del mattino hanno fatto irruzione all’interno dell’appartamento per effettuare una perquisizione domiciliare durante la quale hanno rinvenuto circa 72 grammi di “hashish” suddivisa in 18 dosi, pronte per essere immesse sulle piazze di spaccio del golfo di Policastro. Determinate nell’operazione il fiuto dei due pastori tedeschi, Olli e Nino che sono riusciti a far rinvenire la sostanza occultata in una cavità nel muro dietro il battiscopa, nascosta dietro la lavatrice, e sul balcone, sotto a delle tegole del tetto. Grande è stato lo stupore dell’uomo che, certo dell’occultamento ben operato, non si aspettava un fiuto canino così strabiliante. L’uomo è stato arrestato per il reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti e condotto presso la privata abitazione, in regime degli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Lagonegro, in attesa di comparire davanti al Giudice del Tribunale per l’udienza di convalida. Lo stupefacente è stato sequestrato insieme ad un bilancino elettronico e a circa 300 euro, provento dello spaccio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#