La battaglia di civiltà del Comune di Sassano: “Sport gratuito per i bimbi disabili al Centro Sportivo Meridionale”

Il Comune di Sassano, attraverso un atto formale approvato in Consiglio Comunale, chiede che i bambini affetti da disabilità possano avere accesso gratuito allo sport.

“È una battaglia di civiltà -spiega ai nostri microfoni il sindaco Tommaso Pellegrino– che vogliamo vincere, in un territorio come quello del Vallo di Diano dove ci sono certamente tante sensibilità in grado di recepirne le motivazioni”. In particolare il primo cittadino e presidente del PNCVDA cita come esempio gli impianti sportivi del Centro Sportivo Meridionale di San Rufo: “Non è possibile -evidenzia- fare una scontistica soltanto del 10% ai bambini disabili che vogliono accedere alle attività del Centro Sportivo. Certi che da parte del Direttore Generale e dei dirigenti ci sarà sicura sensibilità su questi temi -continua Pellegrino- chiediamo che questi bambini, più sfortunati degli altri, possano usufruire delle nostre strutture sportive in modo totalmente gratuito. Si tratta di famiglie che già devono caricarsi di importanti impegni economici per terapie, attività di riabilitazione, trasporti e quant’altro. Di qui la nostra richiesta, che vuole aiutare queste famiglie già afflitte da troppi disagi e problematiche”. Un concetto semplice quello messo nero su bianco dal Consiglio Comunale di Sassano: tutti sono infatti consapevoli dell’importanza e dell’utilità dello sport, in particolare per le persone affette da disabilità. “Dobbiamo però nei fatti -conferma il primo cittadino- favorire la possibilità di praticare le attività sportive: abbiamo al Centro Sportivo Meridionale una bellissima piscina, molto curata, e proprio attraverso il nuoto molti bambini affetti da disabilità possono avere benefici scientificamente riconosciuti. Affinchè questo accada però, dobbiamo fare in modo che possano accedere in modo gratuito: di qui la nostra richiesta formale e ufficiale alla dirigenza del Centro Sportivo Meridionale di San Rufo”.  Il Comune di Sassano, precursore in questa battaglia definita “di civiltà”, chiede ai sindaci e altri comuni del Vallo di Diano di condividerla, adottando nei rispettivi Consigli Comunali gli stessi atti formali e ufficiali, con la richiesta di consentire l’accesso gratuito allo sport ai bambini disabili.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#