Prevenzione delle malattie oncologiche, se n’è parlato sabato al “Curto” con medici e specialisti

Il week-end in rosa, si è concluso ieri a Polla, con la prima edizione della “Camminata in Rosa” l’ evento sportivo-sociale di aggregazione, con lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza alle problematiche delle malattie oncologiche, con particolare attenzione alla patologia di genere e ai percorsi di prevenzione. Sabato il taglio del nastro, all’Ospedale “Luigi Curto” con un convegno sul tema, alla presenza di medici e specialisti. L’incontro, moderato dal giornalista Geppino D’Amico, presso la sala convegni del nosocomio, ha visto gli interventi del dottor Alfonso Maria D’Arco, capodipartimento Oncoematologia dell’ASL di Salerno, del professore Frank Romeo, chirurgo oncologo della Fondazione Pascale, e del professor Francesco De Falco, psiconcologo della Fondazione Pascale.

A fare gli onori di casa il Sindaco Rocco Giuliano, il consigliere con delega allo sport Federica Mignoli e il direttore sanitario Luigi Mandia. Focus su diversi aspetti legati alle malattie oncologiche, dai percorsi di riabilitazione, alle patologie, fino ad arrivare per occuparsi in maniera specifica, alle conseguenze psicologiche causate da un tumore. Poiché ammalarsi è un avvenimento traumatico che investe tutte le dimensioni della persona, la sfera psicologica, i valori individuali e spirituali, i rapporti interpersonali e sociali. Una vera e propria guida per operatori del settore e pazienti. Presente al convegno anche una folta rappresentanza di medici ed operatori sanitari, tra i quali, la Dottoressa Annarita Roscigno , nuova oncologa presso l’ospedale Luigi Curto.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *