Ospedale “Luigi Curto” CGIL Funzione Pubblica e Comitato C.U.R.O denunciano la carenza di personale medico

La Cgil Funzione Pubblica e il comitato C.U.R.O, denunciano ancora una volta la grave carenza di personale medico nel presidio ospedaliero di Polla, a seguito delle ricognizioni effettuate presso il “Luigi Curto”. In particolare le organizzazioni sindacali, segnalano la grave carenza di personale medico nelle unità operative di Pediatria e Nido, Ortopedia e Traumatologia e Medicina Generale.

Ancora una volta, dopo ripetute segnalazioni, le organizzazioni sindacali e il comitato C.U.R.O hanno diramato un comunicato stampa congiunto, con il quale sottolineano le difficoltà strutturali e organizzative all’interno dell’Ospedale. Le segnalazioni riguardano diversi reparti del Luigi Curto e anche dell’ex presidio ospedaliero di Sant’Arsenio.

Riceviamo e pubblichiamo

Per l’unità operativa di Pediatria e Nido, entro la fine del mese, uno dei Pediatri assegnato al P.O. di Polla verrà trasferito all’Azienda Ospedaliera di Salerno. L’organico in servizio si ridurrà a due soli pediatri. Inoltre, i pediatri che garantivano la copertura dei turni in ALPI mediante convenzione  tra l’ASL/SA e altre Aziende Sanitarie della Campania, non potranno effettuare più di quattro turni mensili, per ottemperare agli obblighi d’orario imposti dalla legge 161/2014. D’ altra parte la funzionalità e l’efficienza dell’U.O. di Pediatria- scrivono nel comunicato CGIL e C.U.R.O.- è strettamente correlata sia all’U.O. di Ostetricia e Ginecologia sia al Punto Nascite. Il Punto Nascite continua a funzionare in relazione ad una assunzione di responsabilità del Direttore Sanitario del P.O. e della Struttura Commissariale dell’ASL/SA non essendoci ancora la deroga ufficiale del Ministero della Salute- continuano i sindacati. Pertanto, essendo esaurita la graduatoria aziendale dei pediatri ospedalieri, si propone, anche in base alle indicazione del Presidente della Regione Campania, in merito all’utilizzo di graduatorie ancora valide di altre Aziende Sanitarie, di deliberare con urgenza l’utilizzo della graduatoria vigente presso l’A.O.R.N. Santobono-Pausilipon.

Per l’unità operativa di Ortopedia e Traumatologia, c’è il rischio del completo blocco delle attività, a Maggio e ad Agosto, quando verranno posti in quiescenza due dei tre Dirigenti Medici in organico all’U.O. Appare urgente, reperire personale attraverso convenzionamento con altre aziende ovvero mediante l’utilizzo di altre graduatorie vigenti, stante gli scarsi risultati ottenuti con le procedure concorsuali aziendali,  proponendo d’ora in poi di effettuare in maniera mirata la copertura dei posti di ogni singolo P.O. richiedente.

L’unità operativa di Medicina Generale anche in questo Reparto a causa del pensionamento o della destinazione ad altri servizi di alcuni Dirigenti Medici, la situazione nell’U.O. che precedentemente costituiva il fulcro delle attività del P.O. di Polla è degenerata. Attualmente sono presenti solo quattro Dirigenti Medici di cui uno f.f. motivo per cui in relazione al numero di posti letto assegnati e numerose  attività svolte dall’ U.O.  si segnala la necessità di assegnare un altro Dirigente Medico e  di rinnovare o acquistare, con urgenza, delle apparecchiature che in alcuni casi sono obsolete;

Abbiamo più volte segnalato, sia all’ex Direttore Generale sia alla Struttura Commissariale dell’ASL, che da due anni, con due distinte Delibere, l’ASL/SA ha autorizzato i lavori di riqualificazione e adeguamento normativo dell’ex P.O. di S.Arsenio. Pur avendo ricevuto il nulla osta, da parte di SO.RE.SA Campania, a svolgere come ASL i lavori, a tutt’oggi la deliberazione, di indizione della gara per procedere con i lavori,  è completamente assente dal sito dell’ASL dove invece spiccano altre deliberazioni  con procedure per lavori da eseguire nell’ASL/SA;

Infine vogliamo chiedere che sia posta maggiore attenzione nei riguardi del personale Medico e Infermieristico  al Pronto Soccorso del P.O. di Polla, assegnandogli  personale dedicato e motivato  utilizzando o a completamento orario o orario pieno, eventualmente, anche personale esperto dell’ Emergenza Territoriale(118). Sovente, il personale Medico ed Infermieristico viene assegnato in via temporanea ed assoggettato a continue rotazioni. Tale atteggiamento è deleterio in funzione dei compiti dell’U.O., ove è necessario la più ampia competenza e formazione nelle procedure d’emergenza. Per quanto sopra evidenziato, si chiede alla SS.LL. ognuno per le proprie competenze di attivarsi con urgenza per la risoluzione dei problemi segnalati, chiedendo un urgente incontro con la Direzione Commissariale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#