Sala Consilina, maxi sequestro dei Carabinieri di 300 tonnellate di rifiuti speciali pericolosi

I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Capitano Davide Acquaviva, hanno sequestrato un’area di circa 8 chilometri quadrati adibita a discarica abusiva di carcasse di autoveicoli e di rifiuti speciali, anche pericolosi, denunciando una persona, proprietaria del sito adibito a deposito non autorizzato. I militari della Stazione di Sala Consilina hanno accertato che in una vasta area recintata, già sede di una rivendita di autoveicoli, erano state depositate 100 carcasse di autovetture in stato di abbandono e due container ricolmi di rifiuti speciali, anche pericolosi, tra i quali pezzi di carrozzeria, pneumatici, oli minerali, materiale plastico e ferroso arrugginito, materiale altamente  tossico per l’uomo in caso di contaminazioni della falda acquifera del relativo percolato .

Oltre all’area, sono stati sottoposti a sequestro preventivo i rifiuti speciali rinvenuti sul posto, il cui peso complessivo è stimato in circa 300 tonnellate. Il ritrovamento odierno dei Carabinieri si inquadra in una attenta opera di prevenzione e contrasto dei reati ambientali attraverso specifici servizi ed una minuziosa e costante mappatura ambientale del territorio. Il sequestro ad aggiungersi ad altri ingenti sequestri di aree, anche sottoposte a vincolo ambientale, adibite illecitamente a siti di stoccaggio o deposito di rifiuti.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Rosa ha detto:

    Sì sono decisi finalmente io li ricordo da sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#