Prosegue il progetto Erasmus + EducLocalFood al Cicerone di Sala Consilina

Si è tenuto nella mattinata di martedì 7 maggio il 2^incontro del progetto Erasmus+ EducLocalFood presso la biblioteca dell’IPSAR, indirizzo del “M.T. Cicerone “di Sala Consilina, alla presenza dei delegati delle Università Europee di Vienna (Boku), Lisbona, Maribor (Slovenia), Bergerie Nationale (Francia) e dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio, già riunitisi a Vienna per il primo incontro, nel mese di marzo. 
La delegazione, ospitata nel Vallo di Diano, ha proseguito i lavori con un incontro presso l’aula magna dell’Itis, alla presenza di studenti e docenti del Cicerone. All’incontro erano presenti l’avv.Angelo Paladino dell’OEP, Salvatore Basile presidente dell’associazione IN.N.E.R. (Internazionale Network of Eco Regions), Emilio Buonomo presidente del Bio-distretto Cilento, Domenico Nicoletti direttore del Parco Alta Murgia(Puglia ),Vincenzo Di Stefano presidente della cooperativa “Gli orti di Sala”.
Dopo i saluti della dirigente scolastica Antonella Vairo e dei docenti Matilde Natale e Paolo Giglio, sono seguiti gli interventi dei presenti che hanno relazionato sui sistemi agroalimentari locali sostenibili in riferimento alle esperienze sviluppatesi sul territorio locale.
Dagli interventi è emersa la necessità di far conoscere le realtà del territorio e dare una spinta alla formazione del settore agroalimentare sostenibile, partendo proprio dalla scuola, la quale deve rappresentare il vettore di trasmissione di queste nuove competenze e che spazino su livelli multidisciplinari e tutto ciò si può concretizzare soltanto, mediante una mente aperta disponibile al cambiamento. Pertanto, la finalità, di tale progetto, è quella di fornire nuovi strumenti didattici per l’insegnamento dei sistemi sostenibili.

Per la delegazione Erasmus + , che si tratterrà nel Vallo di Diano sino al 9 maggio, sono previste una serie di visite guidate, relative al settore agroalimentare e al circuito turistico della zona.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#