Randagismo: presentata al Comune di Sant’Arsenio una petizione per risolvere il problema

Riceviamo e Pubblichiamo

“Con la presente nota il sottoscritto Avv. Paolo Farnetano in qualità di primo firmatario, intende informare e comunicare agli organi di stampa che è stata presentata in data 15 maggio 2019 una petizione popolare al fine di porre l’attenzione dell’ Ente Comune di Sant’Arsenio sulla questione del randagismo.

Ed infatti, il Comune di Sant’Arsenio si porta dietro da un po’ di anni la problematica del randagismo, problematica stessa che risulta seria e preoccupante, e ben lontana dall’essere risolta.  Numerosi  sono i cani randagi che vagano in varie zone del territorio comunale, riunendosi anche in branco, costituendo in tal modo un grave pericolo per la sicurezza e l’incolumità fisica delle persone, esposte alla possibilità di subire danni e lesioni di vario genere, come peraltro già accaduto. E ciò conduce anche a danni economici per lo stesso Ente comunale, che si risolvono sfavorevolmente a carico dell’intera collettività. Ovviamente la questione investe anche la tutela dell’ambiente, gli equilibri igienico-sanitari e il decoro urbano, nonché la tutela degli stessi cani randagi.

Per tali motivi, ben 102 cittadini residenti nel comune di Sant’Arsenio hanno inteso rivolgersi in forma collettiva agli organi dell’amministrazione comunale per esporre sul tema un’esigenza di natura generale e sociale allo scopo di sollecitare un intervento urgente utilizzando gli strumenti ed adottando le azioni che le leggi in materia prevedono espressamente.

L’importante numero delle firme raccolte, che poteva essere ben superiore, e allegate alla petizione popolare debitamente protocollata deve far riflettere gli amministratori, in primo luogo il Sindaco, in quanto segno evidente della serietà del fenomeno denunciato che deve essere affrontato ed eliminato con un’azione efficace e concreta.  Gli interventi messi in atto finora in atto sono parziali e non risolutivi.

Si confida che la tutela della salute, dell’incolumità pubblica, dell’ambiente sia messa al centro del’attività di una diligente amministrazione comunale”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#