“Nemmeno un grammo di rifiuti verrà depositato a Polla”: la risposta del sindaco Giuliano al ritorno del pericolo ecoballe

“Nemmeno un grammo di immondizia verrà depositato sul suolo di Polla. Non lo permetterò”. Sono le dichiarazioni del sindaco di Polla, Rocco Giuliano dove ritorna il pericolo di trasferimento delle ecoballe da Acerra nel sito ubicato nella zona industriale di Polla. Un ritorno confermato senza indugi da Vincenzo Petrosino, Commissario liquidatore di EcoAmbiente al quotidiano “LaCittà di Salerno”.  “Noi andiamo avanti” ha rimarcato il dirigente della società provinciale). E anche contro la provincia di Salerno si scaglia Giuliano, che sottolinea alla nostra redazione: “Siamo rammaricati per la scorrettezza istituzionale dimostrata. In quanto sia il comune di Polla che la Comunità Montana Vallo di Diano hanno deliberato la ferma opposizione al trasferimento delle ecoballe nel Vallo di Diano. Ma Petrosino sempre attraverso le pagine del quotidiano salernitano aggiunge anche un altro particolare che preoccupa ed indigna il sindaco di Polla: “Abbiamo trasmesso il progetto di Polla e stiamo portando avanti gli incartamenti necessari all’adempimento delle procedure amministrative”. Procedure che dovrebbero portare il sito di Polla a stoccare fino a 2mila tonnellate di secco tritovagliato durante l’emergenza che si presenterà a settembre”. Gli amministratori della Provincia che non ascoltano le istanze del territorio “Si portino nei loro comuni i rifiuti che vogliono destinare a Polla” ha concluso adirato Rocco Giuliano

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#