Scarichi illegali, autorizzazioni assenti e inquinamento: controlli in autolavaggi e officine del Vallo di Diano. Scattano i sequestri

Diciassette persone denunciate nell’ambito di controlli mirati del gruppo Carabinieri forestale di Salerno presso autofficine e autolavaggi in provincia. I controlli hanno l’obiettivo di verificare il rispetto della normativa ambientale e in particolare la gestione dei rifiuti e dei reflui prodotti, delle emissioni in atmosfera e la corretta tenuta dei registri aziendali.

Nel corso dei controlli sono emerse irregolarità riconducibili all’assenza di autorizzazione all’esercizio di impresa, allo scarico diretto dei reflui in corso d’acqua superficiale e in numerosi casi alla irregolare gestione dei rifiuti. I militari hanno pertanto denunciato 17 persone alla Autorità Giudiziaria, contestato sanzioni amministrative per un totale di circa 43mila euro e posto sotto sequestro diversi esercizi. In particolare, i comuni sottoposti a controllo sono stati: Acerno, Agropoli, Buccino, Colliano, Cava de’ Tirreni, Montecorvino Rovella, Montesano sulla Marcellana, Polla, Giffoni Valle Piana, Padula, Sala Consilina, Sarno, Sapri. Le attività di controllo hanno visto, in alcuni casi, la partecipazione sinergica di altre amministrazioni come nel caso di Agropoli, dove le verifiche sono state condotte dai carabinieri forestali e militari della Capitaneria di Porto e del comune di Sarno dove i militari sono stati coadiuvati da personale dell’ente Parco del fiume Sarno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *