Riparte il tour della Cesta della Biodiversità: tappa a Padula il 29 maggio presso la pizzeria Luna Rossa

Riparte il tour legato al progetto della Cesta della Biodiversità, che vede in prima linea il Comitato dei Distretti Rurali. La sfida è quella di mettere in rete i prodotti della tradizione, quelli di qualità e a km zero del Vallo di Diano, del Cilento e della Costiera Amalfitana. Tutto pronto per la prima tappa, in programma mercoledì 29 maggio presso la pizzeria Luna Rossa di Padula, e che vedrà protagonista tra l’olio di qualità e la “Pizza della Biodiversità” preparata dal maestro pizzaiolo Michele Pizzi.

Il cammino del GOI La Cesta della Biodiversità: fra storia, conoscenza ed innovazione

Si riprende da Padula, Pizzeria LUNA ROSSA di Michele Pizzi, Mercoledi, 29 maggio, ore 20,00. Riprende l’animazione territoriale dei DISTRETTI INTEGRATI RURALI ED IN RETE facendo tappa fra i vari partner del gruppo operativo per meglio conoscere le problematiche, per continuare il confronto, per accrescere lo scambio fra territori, produttori e consumatori. IL 29 maggio 2019, alle ore 20,00, La cesta della Biodiversità, con le sue pizze della Biodiversità, sarà presente a Padula, presso Pizzeria LUNA ROSSA di Pizzi Michele, partner della Cesta della Biodiversità.

Un modello itinerante di filiera corta quella del GOI, fatta da persone e di più competenze che si mettono in gioco per crescere e traghettare tale sperimentazione nel Distretto del CiboGli incontri a tema sono serate dedicate a mettere in luce, le attività delle piccole aziende multifunzionali, quelle aziende che ancora oggi, sono autonome dal punto di vista dell’approvvigionamento del cibo per la loro famiglia. Questo è il modello vincente, sia per le aree interne, ma soprattutto il metodo per rendere sostenibili le aziende, in questo momento critico anche di cambiamenti climatici. Le diversità colturali in azienda, compensano e tamponano e mitigano le azioni del tempo, in quanto se una coltura va male, si recupera con la successiva.  Invece, ben altra storia sono le aziende monocolturali. 

Lungo questo cammino, si vuole raccontare e far toccare con mano alle persone la realtà dei nostri territori. Il 29 maggio 2019 tappa a Padula presso la pizzeria Luna Rossa alle ore 20. La prima di una serie di serate itineranti, a farsi poi nei vari paesi delle aree interne che gradualmente dovranno contagiare le aree urbane e metropolitane. Tappe successive, Auletta, Felitto e altre. Saranno serate basate sulla stagionalità e sui prodotti primari del nostro mangiare quotidiano. Durante la prima serata, raccontiamo il mondo dell’olio, con assaggi guidati e al fine di accompagnare l’assaggiatore nella valutazione dell’olio nei suoi pregi e difetti. Si entra nella consapevolezza del cibo. Nella prima serata parleremo di nel olio, degli aspetti culturali e colturali e quando sia importante il suo uso quotidiano, per migliorare la nostra quotidiana vita. Parleremo di territorio e carciofo bianco del Tanagro, di pomodori, vino, e tanto altro. La cesta rappresenta un Gruppo Operativo d’Innovazione,(GOI) che si interfaccia con la FILIERA RIGENERATIVA (alimentare terapeutica) fra Aree Interne e Protette con quelle Metropolitane per la creazione di un Distretto della Salute, teso alla prevenzione ed alla Medicina dello Stile di Vita. La Cesta della Biodiversità è il risultato di un lavoro di sinergie che parte da lontano, e a seguito della creazione del Comitato dei Distretti Rurali, Agroalimentari di Qualità e di Filiera delle Aree Interne e Protette. Il Comitato ha dato l’opportunità ad aziende ed enti di lavorare in rete e di mettere in luce tanti aspetti delle problematiche delle aree interne, lontane dai circuiti commerciali ed economici. IL GOI, si pone l’obiettivo di dare un segno concreto e tangibile e di continuità reale ad un modello di sinergia partecipata, che coinvolge aziende agricole, rappresentate da piccoli produttori, che producono, ma non hanno la forza e la disponibilità di partecipare a fiere, kermesse e manifestazioni varie. Questa rete di attori del Goi si indentificano con «La cesta» perché le ceste hanno percorso in lungo e in largo i territori del Cilento, sulle teste delle sue donne che la sostenevano con un fazzoletto intrecciato e arrotolato– spara, (che aveva la funzione di ridurre l’attrito con il cuoio capelluto e il peso della cesta). L’anima della “cesta” sono le donne, che la riempiono e la trasportano, sia ieri che oggi. Il gruppo che lavora intorno alla “Cesta della Biodiversità” sono soprattutto mamme e dietro ci sono sempre gli stessi valori che animano da sempre il tempo e la vita: la “famiglia”, la collettività, l’ambiente e territorio, madre terra e l’opportunità di raccogliere i suoi frutti, creando reddito e lavoro per i loro figli. Il soggetto Capofila del Gruppo Operativo d’Innovazione (GOI) è l’Ente per lo Sviluppo Sostenibile “I Piccoli Campi” già Soggetto Promotore e Capofila del COMITATO dei Distretti Rurali, Agroalimentari di Qualità e di Filiere delle Aree Interne e Protette, accompagnato e sostenuto dai seguenti pionieri: Azienda Agricola di Rosa Pepe – Castel San Lorenzo (SA),Associazione Rete Produttori del Carciofo Bianco del Tanagro – Auletta (SA),L’Oro di Felitto Srl – Felitto (SA), BELCORO Società Cooperativa Agricola – Bellosguardo (SA), Azienda vitivinicola di Chiara Morra – Castel San Lorenzo (SA),Frantoio L’Oliva di Michele Pizzi – Montesano SM (SA), Azienda Agricola di Antonietta Santomauro – Teggiano (SA),Effetto Costiera Srl – Tramonti (SA), Bioarchitetto Graziana Santamaria – Sorrento (NA), Azienda Agricola di Mario Cascio – Castelcivita (SA), Società Agricola Campana Srl – Eboli (SA), Agriturismo Corbella di Giovanna Voria – Cicerale (SA).

La Cesta della biodiversità si interfaccia e collabora con le seguenti associazioni, si recupera con loro, la cultura, le tradizioni, gli usi e costumi di un luogo e diventano l’humus fertile con cui interagire e creare momenti di sinergie, legami e coesione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#