Auletta. Pessolano scatenato: “Non sarò il sindaco di tutti, non sarò il sindaco dei delinquenti”

Pochi minuti dopo la sua elezione, Pietro Pessolano, ha raggiunto le due sezioni. Ha parcheggiato l’auto a circa cento metri e si è diretto verso la scuola elementare a piedi. E’ stato accolto da diversi suoi sostenitori tra applausi, abbracci e suoni di clacson. Nel suo tragitto ha incrociato le nostre telecamere e chiedendo più volte se si tratta della televisione ha rilasciato la sua prima dichiarazione dopo che le urne gli avevano dato la vittoria per circa 40 voti. E sono state parole dure, con toni forti. Ha detto che non sarà il sindaco di tutti e soprattutto non dei delinquenti. L’intervista è stata ripresa da altri smartphone e le immagini – di seconda mano – sono cominciate a circolare sul web scatenando polemiche soprattutto nella lista avversaria. Subito dopo l’intervista rilasciata a Italia2 e che ora mandiamo in onda, il sindaco ha espresso la volontà di chiarire meglio il concetto e lo ha detto ai microfoni in piazza. “Il Comune di Auletta sarà aperto alle persone per bene e non ai delinquenti, come già successo nella mia guida, sono i fatti a dirlo”. Al di là di ogni interpretazione, le immagini e le parole dell’intervista sono queste.

Una risposta

  1. Lombardi Pasquale ha detto:

    Sempre più pazzi in libertà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#