In arrivo al reparto di Urologia dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla un litotritore extracorporeo

Presto il reparto di Urologia dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla, diretto dal Primario Domenico Rubino,  avrà un litotritore extracorporeo. Il reparto del nosocomio pollese, un’eccellenza per il territorio salernitano, riceverà questo importante strumento insieme all’ospedale di Nocera. Lo si apprende da una delibera del Commissario Straordinario dell’Asl Salerno, che ha ad oggetto una procedura aperta per l’affidamento dell’installazione dei due strumenti medici negli ospedali salernitani destinatari. Il litotritore extracorporeo è uno strumento di grande importanza per la struttura ospedaliera valdianese perchè permette alcuni trattamenti medici senza alcuna “invasione” nel corpo del paziente: “nei litotritori extracorporei l’energia in grado di frantumare il calcolo viene prodotta all’esterno del corpo e trasferita e focalizzata sul calcolo sotto forma di pressione acustica o onda d’urto”.

L’acquisto del litotritore era stato annunciato dal Commissario Iervolino nel corso di un incontro che il dirigente dell’azienda sanitaria salernitana aveva avuto con il sindaco di Polla, Rocco Giuliano, con l’Assessore regionale Corrado Matera, con  il consigliere comunale di Polla delegato Antonio Filpo e  con i rappresentante della CGIL che avevano fatto presente la necessità di dotare l’ospedale di Polla di uno strumento così importante.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#