L’Aeroporto di Salerno questa volta “decolla” davvero: arriva anche la firma del Ministro dell’Economia Tria

L’obiettivo è quello di portare nel nuovo scalo dell’Aeroporto di Salerno un traffico tra 6 e 7 milioni di passeggeri entro 10 anni, integrando i 10-11 milioni del capoluogo Napoli. Con queste premesse il Ministro dell’Economia Giovanni Tria ha firmato il decreto per la concessione alla gestione totale dell’aeroporto di Salerno per 20 anni, subordinato alla fusione per incorporazione della società di gestione di Salerno-Pontecagnano nella Gesac, la società che gestisce l’aeroporto di Napoli.

L’ok alla fattibilità economica del piano di sviluppo del Costa d’Amalfi da parte di Tria è arrivato a meno di un mese di distanza dalla firma, altrettanto importante, del ministro per le Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, avvenuta lo scorso 17 maggio. Ora, per concludere definitivamente un iter che pareva interminabile, manca solo la registrazione alla Corte dei Conti. Con i fondi stanziati nello «Sblocca Italia» (quasi 50 milioni di euro) si procederà entro il 2022 al prolungamento della pista di Salerno, condizione indispensabile per consentire l’atterraggio degli aerei attualmente impiegati dall’aviazione commerciale. Il nuovo scalo, adeguato nella pista e nell’aerostazione, dovrebbe aprire entro il 2022. Ma già dalla prossima settimana scatteranno le operazioni di fusione per incorporazione di Aeroporto di Salerno spa nella Gesac. Il piano industriale del Costa d’Amalfi vale 135 milioni di euro, dei quali 40 arrivano dallo Sblocca Italia. La restante parte dovrà essere messa dalla Regione e dalla Gesac. Il polo Napoli-Salerno avrà, più o meno, le stesse caratteristiche del polo veneto Venezia-Treviso: l’aeroporto di Napoli sarà sempre più dedicato a voli internazionali e intercontinentali, mentre su Salerno saranno indirizzati i voli low-cost. Il Costa d’Amalfi diventerà ovviamente sempre più strategico per puntare allo sviluppo turistico e commerciale del mercato salernitano, del Cilento e della Basilicata. In questo ambito la Regione Campania finanzierà per 100 milioni di euro il prolungamento della metropolitana di Salerno fino all’aeroporto e per 50 milioni di euro il sistema della viabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#