San Pietro al Tanagro: minacce alla responsabile dell’accoglienza per migranti

Foglietto con minacce a una operatrice che si occupa di accoglienza di migranti a San Pietro al Tanagro. “Amica dei clandestini. Crepa” c’era scritto sul foglietto anonimo. Si tratta dell’ex presidente del consiglio comunale e nota attivista sociale del Vallo di Diano, Giusy Salerno. Lo conferma la cooperativa Iskra per la quale lavora. “Sul parabrezza di una nostra operatrice stamattina. Ci siamo chiesti se era il caso di pubblicare questa cosa. Alla fine abbiamo scelto di farlo sia per esprimere la nostra solidarietà ad una delle figure storiche della nostra cooperativa, sia per testimoniare cosa significa lavorare oggi (come ieri) nella cooperazione sociale quando si affrontano tematiche complesse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#