Aeroporto di Salerno, Vincenzo De Luca ai nostri microfoni: “I meriti sono miei, tutto il resto sono palle!”

Vincenzo De Luca non ha dubbi: “I meriti dell’aeroporto di Salerno sono miei, tutto il resto sono palle”. In perfetto stile “De Luca” ai nostri microfoni il presidente della Regione Campania non accetta discussioni nella “querelle” che, nelle ultime settimane, ha visto molti padri prendersi i meriti del decollo dello scalo salernitano, per il quale (almeno sulla carta) manca davvero poco.

Dopo le firme dei ministri Toninelli e Tria, si attende il via libera della Corte dei Conti per fare finalmente partire il nuovo sistema aeroportuale regionale, con il doppio binario costituito dall’aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi e di Napoli Capodichino. Il nuovo Sistema, gestito da Gesac, nell’arco di 5 anni potrebbe garantire il transito di 17,5 milioni di passeggeri tra i due scali. Per la sua realizzazione si stimano investimenti per circa 250 milioni di euro. Secondo il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, inoltre, potrebbero essere 8500 i nuovi nuovi posti di lavoro, grazie alle assunzioni nel Sistema Aeroportuale Campano. Una cosa è certa: il governatore De Luca ai nostri microfoni non ammette dubbi su chi sia l’artefice del “decollo” dell’Aeroporto di Salerno. “I meriti me li assumo tutti io – chiarisce De Luca- e tutto il resto sono palle. Il sistema aeroportuale campano si è affermato e va avanti semplicemente perché la Regione Campania ha proposto la fusione dell’Aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi con l’aeroporto di Napoli-Capodichino, altrimenti di concessione all’Aeroporto di Salerno non se ne parlava nemmeno. Noi abbiamo realizzato un sistema aeroportuale campano che prevede un investimento di 250 milioni di euro. La Regione Campania investirà altri 150 milioni di euro per prolungare la metropolitana da Salerno all’Aeroporto, e per rifare tutta la viabilità intorno: quindi, al di là delle chiacchiere, i fatti sono questi. E l’aeroporto significa una vera e propria rivoluzione per la provincia salernitana, con 3 milioni di viaggiatori nell’arco di 5 anni”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Vincenzo Petrosino ha detto:

    Benissimo , però dovrebbe dire che oltre alla corte di Conte, i cittadini ” aventi diritto” hanno pendenti due ricorsi al Tar , uno contro il decreto Via Del Ministero ambiente e l’altro contro il decreto compatibilità ambientale. I cittadini ricordano che la prima udienza sarà a Novembre e che gli stessi avvocati che hanno vinto il ricorso a Firenze con gli stessi periti, discuteranno al Tar di Salerno. Ricordano ancora i Cittadini che è in corso e sono presenti, nel procedimento Via Aeroporto Capodichino. Esisteranno eventuali meriti, colpe e demeriti a vicenda giudiziaria conclusa .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#