Caos 118 nel Vallo di Diano: l’ambulanza torna nella postazione di Sanza

Torniamo a occuparci del “sistema” 118 nel Vallo di Diano. Ha fatto scalpore la notizia dello spostamento dell’ambulanza da Sanza a Padula dove l’associazione si occupava della prima emergenza non poteva garantire il servizio per la protesta degli autisti – in quanto non erano arrivati i soldi per i rimborsi -. La Centrale operativa aveva deciso per il trasferimento dell’ambulanza dalla postazione di Sanza e dopo nove giorni di “balletto”, e le proteste del sindaco Vittorio Esposito, il mezzo di primo soccorso è tornato ai piedi del Cervati. “La posizione assunta dal Vittorio Esposito con le sue rimostranze e l’intervento dei vertici regionali, in primis il consigliere regionale Franco Picarone – scrive in un comunicato l’Amministrazione – hanno fatto chiarezza su quanto accaduto e soprattutto hanno ripristinato il servizio di primaria importanza in questo periodo di presenza di turisti ed escursionisti nel gorgo a valle del Cervati”. Lo spostamento momentaneo dell’ambulanza del 118 da Sanza a Padula era frutto di una situazione scaturita dalla riorganizzazione del primo soccorso, in provincia di Salerno frutto di problematiche inerenti il congelamento del bando per l’affidamento del servizio affidato alle associazioni di volontariato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *