Ritorna a Sala Consilina il “Fritz- Un Festival senza Scuorno” che quest’anno ha per tema l’ Identità

Nei giorni del 29 e 30 Luglio l’associazione “Amico Fritz” torna con la seconda edizione del FRITZ – UN FESTIVAL SENZA SCUORNO, con il Patrocinio del Comune di Sala Consilina e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Anche quest’anno, l’Arena Cappuccini a Sala Consilina sarà animata dal festival culturale e musicale che quest’ anno ha per tema l’ “IDENTITÀ”. Fritz ha da sempre come proprio obiettivo quello di parlare della provincia, delle periferie, di posti spesso dimenticati, ma pur sempre vivi ed esistenti. Posti dimenticati dai più, ma che conservano e tramandano viva, appunto, la propria identità. Il tema, come di consueto, sarà approfondito attraverso varie espressioni artistiche, con incontri culturali e dibattiti, laboratori, musica e mostre. Uno spazio dove diversi linguaggi contribuiscono alla narrazione di un territorio e di chi lo abita. Uno dei progetti portati avanti quest’ anno è il progetto grafico 15 ARTISTI X 15 PAESI che ha visto coinvolti quindici illustratori diversi per rappresentare in dei francobolli i quindici centri del Vallo di Diano. Le illustrazioni vengono prima pubblicate sui social e verranno poi esposte nelle due giornate in una mostra collettiva. L’identità del Vallo di Diano  è sfaccettata e ricca, fatta di tante voci e differenze che meritano di essere raccontate. Anche per quest’ anno, lo spazio di dibattito e conversazioni è curato in collaborazione con Angelo Mastrandrea, scrittore e giornalista per varie testate tra cui L’Internazionale.

Per l’apertura di ciascuna serata è previsto uno spettacolo di stand up comedy, la comicità di ispirazione anglosassone senza peli sulla lingua proprio come il Fritz che parla “senza scuorno”. I due ospiti saranno Mauro Fratini e Emanuele Pantano, tra i più bravi della scena italiana.

La line up delle due serate vedrà avvicendarsi sul palco band note a livello nazionale.

– i Tropea, band emergente di Milano che cantando in inglese in italiano si sta affermando con una proposta non identificabile in un genere definito.

– La Municipàl in tour con il loro disco rivelazione Bellissimi Difetti che li ha definitivamente consacrati nella scena indie rock italiana.

Gli altri nomi a completamento della line up saranno presto annunciati.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Giuseppe ha detto:

    L’identità nazionale si rifà al concetto di nazionalità, ossia quando un gruppo di persone preferisce cooperare, parlare e costruire legami sociali più volentieri tra di loro che tra altre persone esterne a questo gruppo. Riconoscersi all’interno di questo gruppo consiste nell’avere un’identità “nazionale”. La creazione di gruppi sempre più grossi che si riconoscevano in un’unica identità nazionale favorì la costituzione di alcune nazioni. L’identità nazionale può anche essere costruita artificialmente, ne è un esempio i confini imposti dai governi coloniali hanno sviluppato movimenti indipendentisti che hanno creato varie identità nazionali). L’identità nazionale può essere vista pure come elemento naturale, ossia nell’abitudine umana di fidarsi ed instaurare legami con le persone più vicine al mondo nel quale viviamo. Per questo non va intesa come uno “sviluppo moderno” ma come una costante presenza universale nel corso della storia, che però si è diffusa, caratterizzata e distinta nel XX secolo con l’avvento del nazionalismo e degli stati nazionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#