Violenza sugli animali nel Vallo di Diano: a Teggiano gatta presa a calci e ridotta in fin di vita con il fegato spappolato

Continuano gli atti di violenza contro gli animali nel Vallo di Diano. A farne le spese questa volta una povera gatta, presa a calci fino a causarne lo spappolamento del fegato, e ad essere ridotta in fin di vita. A darne notizia Enzo Sorbo, di titolare di Dispensa di Casa Amaro Teggiano, che non nasconde la sua rabbia per un gesto così crudele e assolutamente gratuito, dovuto solo a cattiveria.

“C’è qualcuno sopra Teggiano -scrive Enzo sulla sua pagina Facebook- talmente pezzo di … e codardo da ridurre in fin di vita questa gatta. Gli è stato dato un calcio talmente forte da spappolargli il fegato! Assurdo”.  Da noi contattato Enzo ha raccontato che “la gatta, mia e di Vincenza, era scomparsa da qualche giorno. Poi è ritornata magrissima e non mangiava. Abbiamo provato a farla mangiare tramite delle siringhe ma non ci riuscivamo. Alla fine l’abbiamo portata dalla dottoressa Doris Salluzzi, che ci ha detto che ha lo stomaco e il fegato distrutti per un calcio forte. Adesso sta facendo le flebo, ma sta soffrendo. Se domani continua a soffrire e non ci sono miglioramenti, Doris dovrà abbatterla”. Parole che si commentano da sole, e ancora una volta conferma chi, la maggior parte delle volte, si comporta da bestia tra uomini e animali.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#