Buonabitacolo, stop al “parcheggio selvaggio” in Piazza Pertini. Ironia sui Social: evviva la signora Franca!

Stop al “parcheggio selvaggio” a Buonabitacolo in Piazza Pertini: è stata ripristinata la chiusura della piazza alla sosta dei veicoli.

A darne notizia è lo stesso sindaco Giancarlo Guercio con un post corredato da fotografie sulla pagina Facebook del Comune. “Anche grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini –scrive il primo cittadino- e per consentire una migliore fruizione pedonale, in vista soprattutto delle festività dei Santi Patroni, la piazza principale del paese è tornata ad essere sgombra da automezzi”.

Il riferimento di Guercio alle segnalazioni di alcuni cittadini si ricollega inevitabilmente alla lettera-denuncia di alcuni giorni fa, firmata Franca Pastore ma chiaramente anonima, che aveva sollevato tra le altre cose il problema del “parcheggio selvaggio”, attraverso anche alcune fotografie che mostravano Piazza Pertini invasa dalle autovetture, anche davanti alla chiesa della SS. Annunziata. La lettera-denuncia non era stata presa bene dal sindaco, che aveva paragonato la “gola profonda” buonabitacolese a Mark Caltagirone, il fantomatico marito “fantasma” di Pamela Prati. Guercio in ogni caso non aveva mai contestato l’esistenza delle problematiche sollevate, ed in particolare quella del parcheggio selvaggio è stata affrontata e risolta, ripristinando quelle stesse fioriere alle quali la signora Franca aveva fatto riferimento. A dimostrazione che i suggerimenti anche se anonimi, quando sollevano problematiche reali, possono essere utili. Intanto la “piccola” vicenda Buonabitacolese ha scatenato l’umorismo sui Social, e nei vari gruppi di discussione non mancano post ironici.

C’è ad esempio chi inneggia al “Mark Caltagirone” di Buonabitacolo: “EVVIVA LA SIGNORA FRANCA” è ad esempio il titolo di uno di questi post: “Visto che la signora Franca ha la capacità di far fare le cose –si legge tra l’altro al suo interno- mi aspetto che intervenga anche su tutto il da fare del paese. Forza Franca!”.  

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#