Prodotti “irregolari” in una pasticceria e in un ristorante del Vallo di Diano: scattano i sequestri

Sequesto di almeno 80 chili di prodotti alimentari non tracciati e sanzioni per circa 15mila euro. È il bilancio dell’operazione dei carabinieri del Reparto di Tutela Agroalimentare di Salerno che, con il supporto dei militari della Compagnia di Sala Consilina, guidati del capitano Davide Acquaviva, hanno effettuato dei controlli in alcune attività commerciali nel Vallo di Diano. I militari dell’Arma hanno trovato nel congelatore di una pasticceria, circa 35 chili di prodotti dolciari surgelati, tutti privi delle indicazioni sulla tracciabilità, elementi che sono obbligatori per legge. Invece in un ristorante sono stati trovati circa 60 chilogrammi di alimenti surgelati, in particolar modo carne, pasta e verdure, anche in questo caso privi delle etichette con le indicazioni sulla tracciabilità. In entrambi i casi i carabineri hanno provveduto al sequestro dei generi alimentari. Al titolare della pasticceria è stata elevata una sanzione pecuniaria di tremila euro invece il proprietario del ristorante dovrà pagare una multa di dodicimila euro.

Una risposta

  1. Maria ha detto:

    Mi chiedo perché non si riveli mai il nome di questi esercenti che di fatto hanno commesso un illecito e, soprattutto, la frode è a danno di tutti noi… anzi della nostra salute.
    Mah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#