Le telecamere, i carabinieri e una vigilessa: così sono stati incastrati i ladri delle scuole del Vallo di Diano

Incastrati dalle telecamere, dalle indagini dei carabinieri e da una zelante vigilessa. Così sono stati scoperti i due ladri seriali di scuole nel Vallo di Diano ma anche nel Molise. Le telecamere sono quelle del municipio di San Pietro al Tanagro, i carabinieri sono quelli della Compagnia di Sala Consilina e della stazione di Polla e l’agente locale è Rosanna Salerno. I due ladri di Somma Vesuviana – Salvatore Gatto e Ciro Cositore sono accusati di numerosi furti pluriaggravati nel Vallo di Diano e di una sede Municipale all’interno dell’indagine “Safe schools – scuole sicure”. Durante il furto nel municipio di San Pietro al Tanagro si vedono i due – nelle telecamere del Comune – all’opera. Le immagini vengono sviscerate dall’agente di polizia locale e dal maresciallo Giovanni Cunsolo della stazione di Polla. Notano – tra le altre cose – che uno dei ladri usa un cellulare. E grazie incroci vari riescono a risalire a orario e proprietario del cellulare. Beccato insomma. Da qui scatta tutto. “Devo ringraziare il capitano Davide Acquaviva – ha voluto sottolineare il sindaco Domenico Quaranta – e ho sempre avuto fiducia nel suo operato e in quello dei suoi uomini, come il maresciallo Giovanni Cunsolo che ha avviato gli accertamenti sin dall’inizio. Devo anche dire di essere orgoglioso di aver contribuito a questa indagine con le nostre telecamere e con l’opera della nostra agente locale Salerno. Un lavoro di sinergia per la Giustizia”. Ricordiamo che i furti sono stati messi a segno nelle scuole dei comuni di Padula, Sassano, Monte San Giacomo, San Pietro al Tanagro e Casalbuono nonché nel Municipio di San Pietro al Tanagro, e sono stati portati via 46 computer e tablet per un valore complessivo di circa 20.000 euro. Le indagini hanno consentito anche di svelare il modus operandi dei malviventi i quali preparavano ed eseguivano i colpi usando, per raggiungere gli obiettivi ed eludere il rintraccio ed i controlli delle forze di polizia, autovetture di media cilindrata, prese a noleggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#