Tempi duri per i VF di Sala Consilina: la sede non è antisismica, e “rischiano” di fare anche gli imbianchini!

Nel caso di un forte sisma, la Caserma rischia di crollare addosso ai Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina e ai loro mezzi.

È davvero un paradosso, visto che proprio i Caschi Rossi sono sempre in prima linea nel soccorso dei cittadini, e deputati ad intervenire anche in caso di calamità naturali. E potrebbe sembrare una barzelletta, se non fosse un pericolo serio e reale. Immaginate (incrociando le dita) un terremoto molto forte, come non è difficile ipotizzare visto che Sala Consilina è classificato tra i Comuni con il massimo grado di rischio sismicità in provincia di Salerno. Ebbene in questo caso l’attuale sede dei Vigili del Fuoco salesi, ospitati in un edificio privato nei pressi dello svincolo autostradale di Sala Consilina, non presenta le necessarie garanzie di tenuta strutturale. Per dirla nel modo più semplice, la sede di Caschi Rossi non è antisismica: ed in caso di una forte scossa di terremoto potrebbe crollargli davvero addosso. Con conseguenze prevedibili prima di tutto gli stessi Caschi Rossi, e poi anche per la loro operatività nell’emergenza che si andrebbe a determinare a causa del sisma. I Vigili del Fuoco di Sala Consilina –purtroppo- potrebbero essere in buona compagnia: lo stesso problema di strutture non a norma antisismica sembrerebbe presentarsi anche per altri edifici pubblici “strategici” per il Vallo di Diano. Ma restando per ora ai Caschi Rossi salesi, nel corso della visita del nuovo Comandante Provinciale Rosa D’Eliseo abbiamo assistito a un simpatico “siparietto”. Tra i problemi evidenziati alla D’Eliseo c’è stato anche quello delle condizioni fatiscenti di alcune pareti della sede, dove l’intonaco cade a pezzi, e che sicuramente hanno bisogno quanto meno di una tinteggiatura. Pronta la risposta del nuovo Comandante, che si è immediatamente detta disponibile a comprare la vernice e gli attrezzi necessari. Invitando però i Vigili del Fuoco salesi a trasformarsi in imbianchini, per ritinteggiare loro stessi la loro sede. “Dobbiamo fare di necessità virtù e mi aspetto la collaborazione di tutti” il messaggio della D’Eliseo, che ha mostrato da subito grande determinazione e concretezza. Insomma sono davvero tempi duri per i Vigili del Fuoco salesi, che a quanto pare devono sempre di più aspettarsi di tutto. Al termine del simpatico siparietto, è arrivata fortunatamente la buona notizia da parte del Sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone: venuto a conoscenza del problema “tinteggiatura”, il primo cittadino ne ha assicurato la risoluzione in tempi brevi.

 

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Rocco Panetta ha detto:

    Il Comune di Sala Consilina ristrutturerà , al costo di migliaia di euro pubblici,, l’edificio dell’ex Mattatoio Comunale, per farne la SEDE della PROTEZIONE CIVILE Comunale. L’edificio diventerà sicuramente ANTISISMICO. Perché non trasferire in questo edificio ANTISMICO la sede del Distaccamento dei Vigli del Fuoco, che sono la Forza d’impiego, numero 1, della PROTEZIONE CIVILE su tutto il territorio nazionale? Altro che risolvere il problema della tinteggiatura interna dell’ attuale sede( privata )dei Vigili del Fuoco, NON antisismica!

  2. Anonimo ha detto:

    Alcuni commenti sono vergognosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#