Chiamale emozioni: nell’incanto della Certosa di Padula incontro sublime tra Lucio Battisti e Totò

La signora Ida Battisti, cugina di Lucio Battisti, visita la Certosa di Padula e resta emozionata dalla recitazione della poesia “‘A Livella” di Totò, rappresentata dalla guida Michele Rizzo davanti allo splendido scalone di Gaetano Barba.

Nello stesso gruppo, proveniente da Poggio Bustone, paese natio di Lucio Battisti, anche amici d’infanzia del grandissimo artista musicale italiano. E così la suggestiva location certosina diventa momento di scambio di emozioni, di racconti e di ricordi della vita e dell’infanzia di Lucio Battisti, da parte della 80enne signora Ida e di chi lo ha conosciuto, anche quando non era ancora affermato a livello nazionale ma già un predestinato. Un esempio di valore emozionale aggiunto che solo il monumento certosino può trasmettere, attraverso incontri casuali ma suggestivi tra arte e artisti, che travalicano il trascorrere del tempo. “La Certosa di Padula -conferma Michele Rizzo ai nostri microfoni- è un caleidoscopio, un luogo magico e alchemico anche in rapporto all’interazione, a quel sistema di comunicazioni che si riesce a stabilire attraverso il contatto con le persone”.   

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#