Un setter inglese di Sala Consilina al top in Europa. Pioggia di premi per il cane da caccia di Luca Chirichella

Per la prima volta nella storia della cinofilia del Vallo di Diano un setter inglese allevato nel comprensorio, viene proclamato Campione Trialler. Luca Chirichella, di Sala Consilina con il suo setter inglese di nome Coorh, riprendono una scena di vita quotidiana, dalla tradizionale caccia alla beccaccia a campione Trialler. Coorh come Jamie Vardy. ELa storia di Coorh rassomiglia a quella del calciatore del Leicester. “Piccolo” setter inglese nato in un piccolo pezzetto dell’entroterra della provincia di Salerno, nei territori del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, proprio come Jamie Vardy ragazzo qualunque di Sheffield  (non ce  ne voglia il campione inglese per il paragone), in pratica uno come tanti che è emerso dal nulla per la sua bravura, per il suo talento e per la sua tenacia nel perseguire quello che era il suo sogno. Da semplice cane da caccia, ha lottato insieme ai grandi nomi dei setter in Europa. Il 12 marzo 2019 ha ottenuto la qualifica per la proclamazione ed il 18 giugno 2019 è diventato ufficialmente campione Trialler. Nella storia della cinofilia del Vallo di Diano è la prima volta che nella razza di cani inglesi da ferma, in particolare che un setter Inglese, venga proclamato un campione Trialler, concorrendo nella massima nota della competizione, la Grande Cerca (per i non addetti al settore paragonabile al Campionato di serie A di calcio). Il suo primo risultano nella massima nota della competizione, al suo esordio, aveva solo 20 mesi. Da li in avanti ha lottato con in denti classificandosi: 1° Ecc all’Eurocoppa all’età di 28 mesi, 1° Ecc CAC all’Euroderby (Cacit non assegnato) e dopo pochi giorni 2 Ecc alla Prova di Eccellenza, aveva 32 mesi. Oggi il suo palmares vede nr.1 RIS CACIT – NR. 2 CAC – NR. 3 RIS CAC – NR.13 ECC – NR.3 MB.

Viene più volte citato nel mensile internazionale di settore, “La Gazzetta della Cinofilia” ed in particolare da un estratto della rassegna stampa della Gazzetta della Cinofilia  – Aprile 2018, in relazione al risultato dell’Euroderby Grande Cerca – dove  COORH ottiene la massima qualifica, 1° Eccellente CAC ,  viene descritto dal giudice internazionale ENCI,  COLLODORO Roberto come uno dei cani giovani che più lo ha impressionato e nel quale scrive testualmente che: “i grandi piloti di Formula 1 vincono tra le curve di Spa e sui rettilinei di Monza, i grandi ciclisti si impongono nelle crono così come nelle dure tappe di montagna, i grandi cani emergono nei terreni serbi, polacchi, greci, francesi e andalusi”.

Il suo proprietario, Luca Chirichella, tiene a ringraziare chi ha permesso questo risultato. “Grazie al caro amico,  il dresseur Luigi Maggiolo, per aver accompagnato e reso possibile questo traguardo,  Angelo Ferraro, con la sua setter “Lea” mamma di Coorh;   ma soprattutto la mia famiglia e a te papà, che da lassù guardi quello che spero ti renda orgoglioso. La perseveranza e la passione per la caccia e per i cani trasmettono valori etici e morali che,  solo chi li vive nell’animo può comprenderne l’essenza. Grazie papà! Grazie Coorh”.

Una risposta

  1. Giuseppe da Polla ha detto:

    Complimenti Coohr. Ma ricordo anche, nel passato, il mitico Oscar del Diano di Francesco Palmieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#