Al via la campagna di scavi nella Grotta di Polla. L’iniziativa grazie all’archeologa molisana Antonella Minelli

Avrà inizio tra circa due settimane una nuova campagna di scavi nella Grotta di Polla situata alle pendici del convento di Sant’Antonio. Da diversi anni al lavoro è l’Università del Molise – grazie al collegamento con la docente pollese Rosanna Alaggio – e l’archeologa Antonella Minelli da diversi anni trascorre alcune settimane a Polla con la sua equipe per effettuare scavi e ricerche. La novità di quest’anno è l’autorizzazione da parte della Sovraintendenza per tre anni. Questo a dimostrare anche l’importanza dei lavori e delle ricerche nella grotta di Polla. Infatti nel corso del tempo sono stati ritrovati importanti reperti: cocci e resti umani che saranno e sono utili sia per comprendere l’uso della grotta sia quali siano stati gli insediamenti umani nel territorio. La grotta è stata usata soprattutto come luogo funebre ma ancora c’è tanto da studiare. Per questo motivo l’archeologa tornerà a metà settembre per circa settimane. Ulteriori studi saranno portati avanti dalla docente anche con l’interessamento vivo dell’assessore ai beni culturali Maria Citarella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#