La denuncia del Codacons Campania: scuole salernitane poco sicure. C’è anche la scuola media di Sant’Arsenio

Sicurezza negli edifici scolastici e sulle strade al centro della conferenza stampa tenuta ieri dal Codacons alla presenza del Presidente Nazionale, Carlo Rienzi. Nel corso dell’incontro è stato presentato il progetto Top Driver che prevede una collaborazione con Autostrade Meridionali, che gestisce l’ autostrada A3 Napoli-Salerno, allo scopo di migliorare servizio, comfort e sicurezza di chi viaggia su questa arteria. L’accordo prevede che selezionati automobilisti aderenti al Codacons, cosiddetti Top driver, provvedano a verificare l’ infrastruttura e a operare, se necessario, segnalazioni attinenti la qualità e il comfort di viaggio. Altro tema analizzato dal presidente campano Matteo Marchetti, l’urgenza di dotare tutte le scuole di adeguate norme antisisimiche. Secondo i dati forniti  dal Codacons  sarebbero 612 le scuole nel salernitano esposte al pericolo terremoti, 18 quelle ad alto rischio, sprovviste di ogni adeguamento alle norme antisismiche.  Il Codacons ha chiesto a  sindaci  e ai dirigenti scolastici di non aprire le scuole a rischio. E tra questi, secondo quanto reso noto dall’associazione di consumatori, “c’è anche l’istituto comprensivo di Sant’Arsenio a cui mancano, sempre secondo l’associazione,  tutte e 5 le autorizzazioni:  il certificato di Agibilità/Abitabilità, quello di collaudo statico,  di prevenzione incendi, il documento di valutazione del rischio ed il del piano di emergenza”. Naturalmente la nostra redazione è a disposizioni per chiarimenti su un argomento così importante.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#