Rifiuti a Polla. Ecoambiente è in “possesso” delle chiavi del sito pollese

Ecoambiente è entrato in possesso, o quantomeno ha nelle proprie disponibilità, del sito di stoccaggio dei rifiuti che era dell’Ergon. Ieri c’è stato un nuovo sopralluogo nell’area industriale di Polla e a breve dovrebbero cominciare i lavori come ordinato dalla Provincia di Salerno affinché il sito possa ospitare circa duemila tonnellate di Futa. Nei giorni scorsi si era registrato un altro sopralluogo alla presenza del sindaco di Polla, Rocco Giuliano, del curatore fallimentare, Michele Iuliano, sotto lo sguardo attento di due agenti della Polizia provinciale che avevano scortato i tre funzionari di Ecoambiente. L’incontro si era poi trasferito al Tribunale di Lagonegro davanti al giudice fallimentare che si occupa del caso Ergon e si era discusso di varie rassicurazioni da mettere in atto per “curare” i beni che furono dell’Ergon. Di fronte a questo nuovo confronto e dopo il sopralluogo di ieri si è deciso per la consegna delle chiavi del cancello di ingresso a Ecoambiente che così potrà iniziare a breve i lavori. Anche se c’è un altro nodo da sciogliere. L’amministrazione pollese per evitare l’arrivo dei rifiuti – in seguito al domino Acerra – la scorsa settimana ha presentato ricorso al Tar attraverso l’avvocato Marcello Feola per sospendere l’ordinanza della Provincia. Occorrerà quindi attendere cosa deciderà il tribunale amministrativo per comprendere se arriveranno o meno i rifiuti anche se Ecoambiente si sta già muovendo per effettuare i lavori sul sito di Polla così che potrà essere considerato in sicurezza. E lo sta facendo chiavi in mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#