Stop a nuove aziende che lavorano rifiuti a Battipaglia: protocollo tra Comune, Provincia ed Ente d’Ambito

 

“Sottoscriveremo l’atto di indirizzo tra Comune di Battipaglia, provincia di Salerno, e Ente d’Ambito di Salerno per una moratoria-divieto di nuovi insediamenti per la gestione di qualsiasi tipo di rifiuto sul nostro territorio. È un primo tiepido passo per far riconoscere sul piano provinciale e regionale la nostra città a vocazione agricola”. E’ quanto annuncia la sindaca di Battipaglia Cecilia Francese.  Alle 9.00 la prima cittadina dà attraverso il suo profilo social le prime notizie su quanto sta accadendo nella sua cittadina, nonostante la giornata di grande preoccupazione e rabbia vissuta ieri nella sua città. Battipaglia, infatti, ieri mattina si è svegliata ancora una volta, la seconda in 40 giorni, con un rogo divampato in un’azienda che tratta pneumatici fuori uso. Inevitabile pensare alla grande quantità di diossina che si è sprigionata nell’area, inevitabile per la sindaca disporre la chiusura di due scuole nei pressi del rogo. La giornata è continuata con momenti di tensione e con l’occupazione pacifica della Francese e di un nutrito gruppo di cittadini dell’ingresso dello Stir di Battipaglia. La prima cittadina aveva minacciato che non si sarebbe mossa di lì senza rassicurazioni dalla Regione e dalla Provincia. Durissime le sue dichiarazioni dinanzi all’impianto, parole piene di rabbia per una situazione che è divenuta insostenibile e che mette davvero a rischio la salute dei battipagliesi e non solo. Ormai di parla della Piana dei Fuochi, ormai sono pochi i dubbi sulla natura dei tanti incendi, ormai, anche se è troppo tardi si è capito che in quella zona c’è una concentrazione troppo alta di azienda che si occupano del trattamento dei rifiuti. Nel tardo pomeriggio di ieri la sindaca ha emesso una nuova ordinanza nella quale è stata disposta la chiusura di tutte le scuole della cittadina. L’ordinanza inoltre prescrive “l’obbligo ai cittadini e alle imprese nel raggio di 1,5 km dal luogo dell’incendio della MGM, di tenere chiusi gli infissi e le porte per evitare la contaminazione degli ambienti esterni. Sono, altresì, vietate tutte le attività sportive, ricreative e ogni altro evento da tenere all’aperto”. Per la raccolta di frutta, ortaggi e verdure da orti domestici i cittadini vengono invitati a lavarla abbondantemente. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#