Piantagione di cannabis tra le montagne di Sicignano: due arresti

Questa mattina, in un’area montuosa nel comune di Sicignano degli Alburni, due uomini Francesco T., 55enne del luogo e Carmine M., 57enne di Angri, sono stati arrestati dalla carabinieri della stazione di Sicignano degli Alburni guidati dal maresciallo Valentino Minelli in un’operazione congiunta con il personale della Radiomobile della Compagnia di Eboli comandati dal capitano Geminale, in quanto sorpresi nella coltivazione abusiva di circa 50 piante di canapa indiana.

Grazie a un mirato servizio teso al contrasto del particolare fenomeno criminale, i soggetti sono stati sorpresi e bloccati all’interno della piantagione proprio mentre erano intenti ad irrigare e curare le piante. L’immediato intervento congiunto di tutti i militari che hanno circondato l’intera area ha consentito di bloccare i due uomini senza che potessero avere possibilità di fuga.

Nelle loro abitazioni sono stati sequestrati diversi oggetti relativi alla coltivazione, tra cui un coltello a serramanico e diversi semi di canapa, in aggiunta a tutte le piante di varia grandezza che venivano estirpate per un peso complessivo di circa 75kg.

I soggetti, dopo esser stati condotti in caserma per l’espletamento delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria Salernitana, venivano riaccompagnati presso le proprie abitazioni al regime degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida davanti al G.I.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#