La Bcc di Buonabitacolo è plastic free. Il direttore De Luca: “Invitiamo scuole, enti ed uffici ad aderire all’iniziativa”

Piccoli gesti che posso contribuire a cambiare il mondo. E’ questa la visione della BCC di Buonabitacolo che ha deciso di aderire alla campagna plastic free con lo slogan: liberi dalla plastica. Una nuova ed interessante iniziativa promossa dalla BCC di Buonabitacolo che ha già installato in tutte le agenzie, tra basso salernitano e lagonegrese, dei boccioni d’acqua in vetro e contestualmente distribuito a tutti i dipendenti bottigliette in alluminio ecologiche in sostituzione delle bottigliette di quelle in plastica. Un risparmio di plastica notevole, ma non finisce qui. “Pensiamo di estendere, questa iniziativa, a tutti gli uffici pubblici che ne faranno richiesta – ha affermato il direttore generale della BCC Angelo De Luca – tutti gli enti, le scuole, con le quali interagiamo costantemente, potranno chiederci di aderire a questa iniziativa e noi saremmo ben lieti di promuovere l’istallazione dei boccioni in vetro e delle bottigliette in alluminio. Pensiamo che lasciare l’ambiente più pulito di come lo abbiamo trovato è una missione certamente non impossibile se solo noi tutti collaboriamo e ci crediamo” ha affermato il direttore De Luca. In Europa si consumano 46 miliardi di bottiglie di plastica. Solo nel nostro Paese, ogni anno 8miliardi di bottigliette finiscono nella spazzatura. Ma mai come in questo campo i piccoli gesti fanno la differenza. “Come ha detto qualcuno : la terra non è nostra, la teniamo in prestito e la dobbiamo lasciare migliore di come l’abbiamo trovata – ha aggiunto De Luca – il nostro è certamente solo un piccolo gesto che però può essere un esempio concreto di quella custodia del creato che è al centro della Laudato Si’ di Papa Francesco, a cui ci ispiriamo.

 

Da un’indagine Beach Litter condotta da Legambiente l’anno scorso emerge che l’80% dei rifiuti rinvenuti sulle spiagge italiane sono oggetti di plastica e che il 18% è costituito da bottiglie e tappi di plastica: l’equivalente di oltre 15 mila bottiglie. Il mio primo passo per cercare di adottare uno stile di consumi quanto più possibile plastic free è smettere di acquistare acqua in bottiglie di plastica e iniziare a bere l’acqua delle sorgenti. Ecco perché abbiamo deciso oltremodo che per tutti coloro che apriranno un nuovo rapporto di lavoro con la nostra Banca, sarà nostra cura regalare una bottiglietta “plastic free”. Un piccolo gesto, certo, che però siamo certi va nella direzione di poter cambiare il mondo” ha concluso il direttore De Luca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#