Piantagione di cannabis ad Auletta, rimesso in libertà il 51enne. L’avvocato Di Filippo: “Non chiariti i principi attivi delle piante”

In merito al 51enne di Auletta arrestato per la coltivazione interviene il suo legale, l’avvocato Gerardo di Filippo. I carabinieri lo hanno trovato in possesso di una piantagione di circa 170 piante oltre a fluorescenze di cannabis indiana. Il 24 ottobre a conclusione della udienza di convalida dell’arresto tenutasi presso il Tribunale di Lagonegro, è stato rimesso in libertà. Il GIP Sorrentino ha accolto le istanza del legale di fiducia di revoca della misura degli arresti domiciliari. L’avvocato Gerardo Di Filippo (nella foto) del foro di Salerno non ha condiviso le ipotesi di accusa rivolte al suo assistito, “anche in considerazione del fatto che dalle indagini svolte non risultano, quantomeno allo stato, i risultati del narcotest sulla cannabis che potesse chiarire sui principi attivi delle piante poste sotto sequestro. Rilievo, questo, fondante un eventuale giudizio di colpevolezza. Si resta in attesa del processo, dove non può non valutarsi la possibilità di accedere alle premialità di un rito alternativo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *