Arrestato il prete pedofilo cacciato dal Vescovo Spinillo. Ad inchiodarlo la sua vittima di 12 anni

La storia di don Michele Mottola, ex parroco a Trentola Ducenta nel napoletano è finita alla ribalta della cronaca per le gravi accuse formulate nei suoi confronti. Il prelato è accusato di abusi sessuali su una ragazzina di 12 anni che frequentava la parrocchia da lui amministrata. Una vicenda sulla quale con fermezza era intervenuto il Vescovo della Diocesi di Aversa, Mons. Angelo Spinillo, da tutti conosciuto nella nostra Diocesi e non solo per il suo grande impegno anche a favore dei giovani. Ebbene quando Mons. Spinillo venne a conoscenza di quello che era successo sui presunti abusi subiti dalla piccola decise di inviare una segnalazione alla Procura della Repubblica e di sospendere il parroco. Una vicenda raccapricciante, di cui si è occupata ampiamente anche la trasmissione “Le Iene” e  che riporta ancora una volta sotto i riflettori le diverse storie che vedono protagonisti parroci ed alti prelati accusati di abusi sessuali. Don Michele Mottola da ieri è in carcere e questo soprattutto grazie al grande coraggio della sua vittima. La piccola nonostante la giovane età è riuscita ad effettuare delle registrazioni audio durante gli incontri con il parroco  oltre a raccogliere messaggi e testimonianze. Queste registrazioni sono state ascoltate per prime dal Vescovo Spinillo. A portale insieme ai genitori proprio la bambina che all’epoca dei fatti aveva 11 anni. Negli audio il sacerdote chiede alla piccola dei baci e la rassicura che quello che sta accadendo “è solo un gioco”. Da qui la decisione del Vescovo  di  sospendere don Mottola al quale fu imposto il divieto di celebrare pubblicamente messa e a qualsiasi contatto con i fedeli. Lo stesso Mons. Angelo Spinillo invitò i genitori della piccola a denunciare tutto. Dopo la denuncia in Commissariato ad Aversa la Procura di Napoli Nord ha avviato subito le indagini che hanno portato ieri alla carcerazione di don Mottola il quale ha alle sue spalle ben 40 anni di sacerdozio in diverse parrocchie di Napoli e Caserta.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#