“Le vostre parole fanno bene al cuore”: Liliana Segre ringrazia i “Salesi”. Cartolano: “La Senatrice cittadina onoraria di Sala Consilina”

“Grazie a tutti voi per le gentili parole, il sostegno e la solidarietà sono «piccoli segnali» che fanno bene al cuore”. È l’emozionante risposta arrivata da Liliana Segre al gruppo “Salesi” di Sala Consilina, che nelle scorse ore le hanno voluto manifestare la propria solidarietà dopo le terribili minacce che hanno reso necessaria l’assegnazione di una scorta alla Senatrice a vita, per garantirne la sicurezza.

A stretto giro di posta elettronica è arrivata la risposta della Segre, poche parole che però racchiudono tutta la sua umanità e semplicità, con le quali la Senatrice ha commentato il messaggio di solidarietà ricevuto dal gruppo Salesi. Evidentemente il messaggio è arrivato dritto al cuore, e la Segre ha voluto ringraziare il gruppo Salesi per la sensibilità dimostrata nei suoi confronti. “Il gruppo Salesi proporrà per la Senatrice Liliana Segre la Cittadinanza Onoraria del Comune di Sala Consilina”, preannuncia intanto il capogruppo di Salesi, Domenico Cartolano. Quanto accaduto alla Senatrice Liliana Segre non poteva lasciarci indifferenti – sottolinea Cartolano- innanzitutto come cittadini italiani e poi come gruppo politico. Il clima d’odio venutosi a creare intorno alla Senatrice deve farci riflettere sull’importanza dell’utilizzo di toni più bassi e rispettosi, anche e soprattutto nell’ambito della dialettica politica. Il messaggio inviatoci dalla Senatrice Liliana Segre ci riempie di orgoglio e ci porta a riflettere sugli esempi che la politica tende a dare in ogni ambito, e la Signora Segre è l’esempio a cui tutti dovremmo rifarci: i suoi toni sono sempre pacati e mai intrisi della rabbia di cui invece è spesso oggetto.”

Ecco il messaggio inviato dal gruppo “Salesi” a Liliana Segre:

“Il gruppo politico Salesi intende prendere una chiara posizione in merito a quanto accaduto alla Senatrice a vita Liliana Segre, la quale, a causa di un sempre più forte e impunito clima di odio, ha subìto minacce e insulti continui, la cui pericolosità è stata ritenuta tale, da costringerla a vivere sotto scorta. Come gruppo politico consiliare di minoranza, ma soprattutto come cittadini di questo Paese, esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza alla Senatrice Segre, il cui volto racconta una storia di umanità sopravvissuta a uno dei più efferati piani di pulizia etnica e a una delle più brutali azioni perpetrate da esseri umani verso altri esseri umani, nel tempo moderno. Superare il clima di odio che mette gli uomini contro gli uomini è oggi più che mai necessario. Bisogna imporsi di coltivare genio e bellezza in tutte le forme culturali possibili, conoscere la Storia e coltivare, come semi, gli straordinari Principi della Nostra Costituzione. Per questo ci stringiamo intorno alla Senatrice Segre, alla sua storia che è testimonianza collettiva e alla sua vita, accogliendo come nostro il principio di amore e rispetto verso la nostra Costituzione: “Una sola obbedienza mi guiderà: la fedeltà ai vitali principi ed ai programmi avanzatissimi – ancora in larga parte inattuati – dettati dalla Costituzione repubblicana.”

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#