Torna il premio “Pietro Laveglia” per gli studenti meritevoli del Vallo di Diano. Appuntamento a Sant’Arsenio

Sabato 16 novembre alle 9:00, il Centro Studi e Ricerche del Vallo di Diano, con il patrocinio della Fondazione con il Sud, della Regione Campania e dell’Università degli Studi di Salerno, conferirà agli studenti degli Istituti Superiori del Vallo di Diano che avranno riportato la votazione media più alta nei primi 4 anni di ciascun corso di studio frequentato, il Premio «Pietro Laveglia» edizione 2019. Istituito nel 1985, il concorso è intitolato all’editore Pietro Laveglia, fondatore del Centro. L’evento si sarebbe dovuto tenere nell’Auditorium dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale «Antonio Sacco» di Sant’Arsenio, ma per problemi organizzativi è stata cambiata location. L’evento si terrà nell’auditorium comunale di Sant’Arsenio. È un evento tradizionale che, a partire da questo anno, riprenderà la cadenza annuale e verrà articolato secondo i seguenti punti essenziali: sarà premiato con 30 libri forniti dal Centro Studi e dalla Casa Editrice «Laveglia&Carlone» di Battipaglia lo studente di ogni istituto superiore del Vallo di Diano risultato vincitore per l’anno scolastico 2018-2019; inoltre,  sia il docente referente che la biblioteca scolastica rispettivamente riceveranno 15 e 100 volumi donati dai medesimi Centro Studi e Casa Editrice «Laveglia&Carlone».

A seguire, dopo la cerimonia di consegna dei premi, avrà inizio il convegno “Stili di vita e prevenzione oncologica”, un incontro di natura formativa e divulgativa sui fattori di rischio che precedono l’insorgenza del cancro a cura dei medici e ricercatori del Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria «Scuola Medica Salernitana» dell’Università di Salerno, del Centro di Riferimento Oncologico e dell’Associa­zione Angolo di Aviano (Pordenone). Il convegno è parte di un progetto di più ampio respiro intitolato “Immunoterapia a cellule dendritiche: nuovo approccio nel tumore al polmone” condotto dalla dr.ssa Jessica Dal Col presso l’Università di Salerno e finanziato dalla Fondazione con il Sud nell’ambito del bando Brains2South 2015.

Relazioneranno sugli effetti del fumo e delle droghe leggere, sulla prevenzione attraverso alimentazioni corrette e sull’adozione di stili di vita sani e sportivi Cristiana Stellato e Simona Pisanti, dell’Università di Salerno, il Renato Cannizzaro, del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, e Mario Marolda, della Nazionale Italiana Beach Volley. Le conclusioni saranno affidate al Aldo Rescinito, presidente dell’Associazione «Luigi Pica» di Sant’Arsenio, e a Corrado Matera, Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania. Coordinerà i lavori Pietro Cusati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#