Tre operazioni dei carabinieri a Salerno: scoperti rapinatori, parcheggiatori abusivi e altri malviventi

Serie di arresti e operazioni da parte dei carabinieri in provincia di Salerno

I militari della Stazione Salerno/Principale, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 30enne napoletano B.G., pregiudicato, per di rapina aggravata e porto illegale di arma da fuoco. Il pomeriggio del 6 novembre, si presentava dai carabinieri e un imprenditore napoletano, denunciando di aver subito alle precedenti nella tarda mattinata una rapina a Napoli in via Marina, specificando che mentre si trovava fermo nel traffico a bordo della propria autovettura, un soggetto, travisato e a bordo di uno scooter, si avvicinava al finestrino puntandogli contro una pistola e intimandogli di consegnare l’orologio altrimenti avrebbe sparato. La vittima, consegnava il suo Rolex Sub Marine del valore di circa 7.000 euro, vedendo poi il rapinatore svanire nel traffico cittadino. Durante la denuncia l’imprenditore descriveva perfettamente il malfattore precisando che la propria autovettura è equipaggiata con un sistema di videoripresa a 360 gradi sempre attivo. Dall’esame dei filmati, infatti, è stato possibile rilevare la targa del ciclomotore, intestato ad una donna del 1967. Le successive indagini consentivano di individuare il rapinatore, figlio dell’intestataria del ciclomotore e, successivamente, l’Autorità Giudiziaria competente emetteva una misura cautelare in carcere..

I militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Salerno, con la collaborazione  da un contingente della Compagnia di Intervento Operativo del Reggimento “Campania” di Napoli, grazie al potenziamento dei controlli sul territorio, hanno individuato tre soggetti destinatari di misure cautelari: un 26enne salernitano A.G. , pregiudicato, destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere per maltrattamenti in famiglia ed estorsione, scaturita da un’attività d’indagine approfondita avviata dai Carabinieri della stazione di Salerno-Mercatello, che ha consentito di accertare il compimento di atti vessatori e minacce, dal 2017, da parte del soggetto verso la madre, allo scopo di estorcere il denaro necessario per l’acquisto di stupefacenti. L’arrestato è stato associato alla locale Casa Circondariale. Un 39enne di Nocera Inferiore P.F., pregiudicato, destinatario del provvedimento di custodia in carcere emesso dalla Corte d’Appello di Salerno, per detenzione illegale di armi, lesioni, accensioni ed esplosioni pericolose. L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale per scontare la pena a 4 anni di reclusione. E un 47enne salernitano C.F., pregiudicato, destinatario di un’ordinanza di custodia in regime di detenzione domiciliare, emessa dalla Corte d’Appello di Salerno, per violenza, minacce e oltraggio a P.U., per la durata di 4 mesi e 20 giorni.

E ancora. All’esito dei controlli, in alcune zone della città a intenso traffico, sono stati individuati un 54enne C.A., un 40enne S.A., un 35enne C.C., un 28enne F.R. e il 37enne M.L., tutti salernitani, già conosciuti quali parcheggiatori abusivi. Tutti i soggetti identificati, sono stati denunciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#