Centri per l’impiego, la Regione Campania pubblica il bando per 641 assunzioni a tempo indeterminato

La Regione Campania ha pubblicato il bando di concorso per 641 assunzioni a tempo indeterminato nei centri per l’impiego regionali. Il bando è pubblicato sul Burc e prevede l’assunzione di 225 lavoratori laureati (categoria D) e 416 diplomati (categoria C). Nel dettaglio, sono messi a concorso:

Per la categoria D

145 posti di “Funzionario policy regionali – Centri per l’impiego”, categoria D, posizione economica D1, di cui 29 posti riservati al personale della Giunta regionale della Campania;

25 posti di “Funzionario Sistemi informativi e tecnologie”, categoria D, posizione economica D1, di cui 5 posti riservati al personale della Giunta regionale della Campania;

50 posti di “Funzionario policy regionali – Mediatore per l’inserimento lavorativo dei disabili”, categoria D, posizione economica D1, di cui 10 posti riservati al personale della Giunta regionale della Campania;

5 posti di “Funzionario Comunicazione ed informazione”, categoria D, posizione economica D1, di cui 1 posto riservato al personale della Giunta regionale della Campania.

Per la categoria C, invece

316 posti di “Istruttore policy regionali – Centri per l’impiego”, categoria C, posizione economica C1, di cui 63 posti riservati al personale della Giunta regionale della Campania;

100 posti di “Istruttore Sistemi informativi e tecnologie”, categoria D, posizione economica D1, di cui 20 posti riservati al personale della Giunta regionale della Campania.

Il candidato invia la domanda di ammissione al concorso per via telematica, compilando il modulo on line presente nella sezione dedicata del Portale regionale . E’ possibile inoltrare domanda di partecipazione per tutti i profili per i quali possiedi i requisiti.

Le domande di partecipazione al concorso potranno essere presentate dal giorno successivo a quello di pubblicazione, per estratto, dei bandi nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, IV Serie speciale “Concorsi ed esami“. Le prove previste riguardano una prova preselettiva, consistente in un test composto da quesiti a risposta multipla, una scritta con test a risposta multipla e una prova orale. I candidati dovranno anche sostenere un colloquio sulla conoscenza della lingua inglese e delle tecnologie informatiche per ottenere l’idoneità. In alternativa i candidati potranno certificare il livello di conoscenza della lingua inglese (pari o superiore al livello B1) e informatica (patente europea ECDL).

– diritto amministrativo con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione, trattamento dati;

– diritto del lavoro e disciplina del lavoro pubblico;

– Statuto della Regione Campania;

– ordinamento amministrativo della Giunta regionale della Campania (Regolamento 15 dicembre 2011, n. 12 e ss.mm.ii.);

– elementi di statistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#