Basket, Serie C Silver: Diesel Tecnica formato valanga, travolto il Promobasket Marigliano

Vittoria cum laude. La miglior Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità della stagione sbaraglia un irriconoscibile Promobasket Marigliano che, al netto delle assenze pesanti di Balestrieri e Mandarino, non è mai riuscito a impensierire la truppa bianco-azzurra. Cos’altro aggiungere al riscontro del tabellone, che alla fine ha registrato un distacco di trenta punti (87-57) tra salernitani e napoletani? Innanzitutto, i blue boys hanno giocato di squadra come raramente era accaduto dall’inizio della stagione: solidità e costanza sui 28 metri, meno transizioni veloci compensate però da un’ottima circolazione di palla, intesa perfetta tra esterni e giocatori d’area. In seconda battuta, i partenopei hanno dato prova di scarsa forza mentale: in troppe occasioni, infatti, gli uomini allenati da Francesco Persico hanno dato l’impressione di giocare ognuno per sé, manifestando un atteggiamento troppo arrendevole dal secondo quarto in avanti, nel quale il Promobasket non è riuscito a segnare canestri dal campo. Come se non fosse già abbastanza, Marigliano ha perso nel modo più ingenuo il suo giocatore di punta, Antonio Salzillo, espulso nel terzo quarto per un fallo antisportivo rincarato da un tecnico per proteste. Con questo risultato, la squadra allenata da Aldo Festinese aggancia al secondo posto la IMA Cava de’ Tirreni, spazzata via dalla Miwa Benevento (94-60) nella partita di cartello della decima giornata, a una settimana dallo scontro diretto che designerà la possibile rivale dei sanniti da qui alla fine del campionato.

Per la prima volta da ottobre, i bianco-azzurri non si presentano con il quintetto standard: Luca Fabiano è assente per colpa della febbre. Al suo posto, Festinese promuove Botta accanto a Sileikis sul perimetro. In regia c’è Ginefra, Ambrosano fa compagnia a Barauskas sotto i tabelloni. Nonostante le defezioni di cui sopra, il Promobasket schiera comunque un’ottima batteria di tiratori, composta da Salzillo e Nocerino. Coda protegge le spalle ai lunghi Cuomo e Spiezia. Almeno in partenza, le due squadre privilegiano il gioco in area: Cuomo risponde per due volte ai centri di Ambrosano. Il PBM mette la freccia a metà tempo con Salzillo, che prima va a segno in sospensione, poi centra il bersaglio dalla grande distanza (7-8). La Diesel Tecnica compensa gli errori dall’arco con ottime percentuali a ridosso del ferro: Ambrosano e Barauskas non si limitano ad accarezzare il nylon, ma caricano ben presto di falli Cuomo e Spiezia, quest’ultimo sostituito dal giovane (e troppo acerbo) Scala. Il tiro alla fune prosegue ancora per un po’: Nocerino a segno da tre punti, Barauskas vince il confronto diretto con Cuomo che poco dopo si prende la rivincita (11-13). Festinese intuisce che è arrivato il momento di mescolare le carte: debuttano sul parquet Altavilla e Mbaye. L’impatto del centro di Baronissi è incoraggiante: quattro punti di fila che riportano avanti i bianco-azzurri (17-13). Il Promobasket riesce comunque a tenere testa ai salernitani fino allo scadere: Salzillo pesca un gioco da tre punti che vale il 19-16 al primo intervallo. L’equilibrio, però, dura assai poco: con il secondo quintetto, Trinità aumenta sensibilmente l’intensità nella metà campo difensiva, mandando in totale confusione i giocatori avversari. L’uscita di Spiezia dopo il terzo fallo, poi, toglie ogni riferimento in attacco al Promobasket, che preferisce aggirare il problema, insistendo con i soliti e prevedibili isolamenti, anziché risolverlo. Di conseguenza, il compito per la Diesel Tecnica diventa decisamente più semplice: l’intesa tra Ambrosano e Baruaskas sotto canestro funziona alla perfezione; Sileikis conferma i progressi già visti a Saviano e conquista i cuori dei tifosi salesi con una schiacciata da prima pagina; Altavilla e Mbaye, in uscita dalla panchina, collezionano un canestro a testa. Infine, non poteva mancare il sigillo dalle retrovie: Ginefra segna la tripla del 33-20 con 3′ buoni sul cronometro del secondo quarto. Al contrario, il Promobasket continua a forzare tiri e possessi, spezzando la carestia offensiva soltanto con i tiri liberi di Salzillo. Nel finale di tempo, Trinità porta gli avversari a scuola di lituano: Baruaskas e Sileikis fissano il punteggio sul 40-22. A situazione quasi compromessa, Persico manda in campo un altro esterno (De Riggi) per tentare di uscire dal torpore. I radar registrano timidi segnali di vita: Salzillo torna a fare danni dalla media e dalla lunga distanza (40-27), De Riggi sorprende la difesa bianco-azzurra prima in velocità, poi da tre punti. Carezze sul volto di una Diesel Tecnica a cui basta davvero poco per tagliare la corda e chiudere il discorso: Barauskas non si smentisce neppure quando sistema i piedi dietro l’arco; il connazionale Siliekis brucia con il suo primo passo i resti della difesa di Marigliano e, quando può, s’invola anche in contropiede. La fine delle trasmissioni arriva quando Salzillo, dopo l’ennesimo attacco fuori giri, spende un fallo antisportivo per fermare Durante lanciato in campo aperto. Indispettito dalla chiamata degli arbitri Sacco e Moro, il tiratore cresciuto nel settore giovanile della Juvecaserta protesta platealmente, meritandosi anche il tecnico che lo spedisce direttamente sotto la doccia. Ginefra e Mbaye segnano i canestri pesanti che annunciano l’epilogo della recita: 66-40. A risultato acquisito, entrambi gli allenatori svuotano poco a poco le panchine: minuti e canestri per Botta, Durante, Campaiola e D’Elia. Dall’altra parte,  Coda, L’Arocca ed Esposito cancellano lo zero alla voce punti segnati. Magrissima consolazione.

Testo di Carmine Marino

 

Serie C Silver, decima giornata. Le partite in programma (7-8/12)

 Supermercati Extra Nola – Sporting Portici 109-94 d2ts; Polisportiva Folgore Nocera – Centro Pasteur Parete 57-53; Al Delfino Mugnano – Invest Pozzuoli 69-62; Basilicatasport.it Potenza – Vidass Curti 93-46; Miwa Benevento – IMA Cava de’ Tirreni 94-60; Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità – Promobasket Marigliano 87-57. Ha riposato: Tigers Saviano

 

La classifica

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#