“Esiste la maggioranza o il sindaco è sotto ricatto dei suoi consiglieri?”. L’accusa del gruppo di minoranza

I consiglieri comunali di Sant’Arsenio del gruppo “Sì Cambia” hanno espresso il loro pensiero in merito all’ultimo consiglio comunale con un manifesto pubblico. Durante l’assemblea del 20 dicembre – in seconda convocazione  – “erano presenti solo 4 consiglieri di maggioranza – scrivono – il consigliere indipendente Andrea Vricella e i tre di minoranza. I lavori – nella ricostruzione – iniziano con la richiesta di sospensione di da parte del consigliere Vricella per parlar in disparte con il sindaco. In seguito a questo colloquio il primo punto del consiglio è stato approvato grazie all’astensione di Vricella”. Da qui i dubbi del gruppo politico di minoranza. “Cosa si sono detti in segreto? Quali manovre di palazzo di celano dietro questa astensione?”. Dopo l’approvazione del primo punto, il sindaco Pica ha chiesto di chiudere il consiglio e non trattare gli altri due punti. Quindi i consiglieri di minoranza hanno deciso di abbandonare l’aula. “Siamo stanchi dell’ennesima presa in giro da parte del sindaco e di assistere alla mancanza di coraggio di affrontare e discutere problematiche care al futuro e alla tasche dei santarsenesi”. E ancora accuse: “Non si parla di raccolta rifiuti, della situazione dell’acquedotto o del parco giochi e non si affronta il problema del riconoscimento dei debiti fuori bilancio”. E infine il dito puntato al primo cittadino: “Esiste ancora una maggioranza? E se sì, un sindaco può accettare i continui ricatti dai suoi consiglieri?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *