Padula, il giornalista e scrittore Giovanni Russo ricordato dal Circolo Sociale Carlo Alberto 1886

Il Circolo Sociale Carlo Alberto 1886 di Padula ha voluto ricordare il giornalista e scrittore Giovanni Russo, socio onorario del Club, scomparso nel 2017 all’età di 92 anni. Nel corso della sua lunga attività di giornalista e di saggista Giovanni Russo ha scritto per importanti giornali e riviste a tiratura nazionale e con i suoi numerosi libri ha analizzato con puntualità la situazione del Mezzogiorno tanto da essere considerato “l’ultimo meridionalista”. Russo era molto legato a Padula dove ancora ricordano le sue ultime partecipazioni ad iniziative del Circolo Calo Alberto che lo aveva voluto Socio Onorario (V. la prima foto scattata nel 2009 in occasione del libro “La sera andavamo a Via Veneto con Flaiano e Fellini”) e che ieri gli ha intitolato il salone delle conferenze.

Il convegno (“Giovanni Russo e le memorie padulesi”) si è avvalso del patrocinio della BCC MontePruno; dalla Tubifor e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Dopo gli interventi introduttivi del presidente del Circolo, Felice Tierno, e del dottor Antonio Mastrandrea, responsabile della Segreteria di Direzione della BCC MontePruno, hanno ricordato la figura di Giovanni Russo il giornalista Giuseppe D’Amico ed il prof. Emilio Giordano. Al termine è stata scoperta la targa ricordo che è stata benedetta dal Vicario Diocesano, don Giuseppe Radesca.Tra i presenti alla cerimonia il cugino del giornalista scomparso, avvocato Egidio Scolpini e l’assessore alla Cultura Filomena Chiappardo. Giovanni Russo ha lasciato una ricca produzione (circa 30 libri) anche perché ha scritto fino alla fine dei sui giorni, pubblicando libri e recensioni per le pagine culturali del “Corriere della Sera”, il quotidiano a lui più caro unitamente al periodico “Il Mondo” di Mario Pannunzio che lo aveva fatto conoscere al grande pubblico. Nel corso della sua attività ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti tra i quali si ricordano il Premio Saint-Vincent per il giornalismo nel 1964; Il Premio Marzotto per il giornalismo 1965; il Premio Carlo Casalegno 1981; il Premio Pannunzio 1991; il Premio Mezzogiorno 1993; il Premio Positano 1998 per il giornalismo civile e nel 2003, ad Aliano, il Premio Carlo Levi alla carriera.  Il 10 aprile 2006 Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi lo aveva insignito del titolo di Grande Ufficiale.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#