Basket, Serie C Silver: la Diesel Tecnica continua a correre. Vittoria esterna a Pozzuoli

Due trasferte napoletane, due regali per la Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità che, con una prestazione solida e convincente su entrambi i lati del campo, vince anche a Pozzuoli con il punteggio di 79-65 e si conferma al secondo posto in classifica con quattro punti di vantaggio sulla IMA Cava de’ Tirreni (a riposo domenica) e altrettanti da recuperare sulla Miwa Benevento. Al debutto si accendono i riflettori per i ragazzi salesi: Durante e il tiro da tre punti fanno ormai coppia fissa, Botta – promosso titolare al posto di Sileikis, frenato da un piccolo infortunio alla caviglia in settimana – segna in velocità. I puteolani cercano di tenere il passo dei salernitani con il solito, generoso lavoro dell’highlander Innocente sotto i tabelloni e con i punti degli esterni Pekic e Cagnacci, ma i bianco-azzurri si confermano al comando anche nella seconda metà del primo quarto: Barauskas raddoppia le forze – complice la precoce uscita per falli di Ambrosano – e primeggia a ridosso dei ferri, Botta si ripete in transizione, Fabiano graffia dalla media distanza. Il montenegrino Pekic, a disposizione di coach Ferrario da meno di un mese, chiude i primi 10′ con la tripla del 13-17. Per Festinese arriva ben presto il momento di ampliare le rotazioni. E gli specialisti si presentano puntuali all’appuntamento sia in difesa, dove Campaiola svolge un generoso lavoro a rimbalzo, sia nella metà campo flegrea: Mbaye si sblocca a due palmi dal ferro, Fabiano non esita ad attaccare in transizione, Altavilla rispolvera il tiro dalla grande distanza. Pozzuoli fatica a seguire il ritmo degli avversari: porte chiuse sotto i tabelloni. Non resta che provarci da lontano, ma le prodezze di Pekic e di Innocente sono innocue carezze sul volto di una Diesel Tecnica oramai fuggiasca: prima Barauskas, poi Fabiano si cimentano con il tiro pesante, Mbaye sistema la mira e chiude il primo tempo con il canestro del +12 esterno (31-43). A corto di ispirazione all’interno dell’arco, la Invest Pozzuoli si arrangia ancora con i centri da tre di Innocente e Pekic. Nel cuore dell’area, invece, la Diesel Tecnica amministra le operazioni con poco affanno: Barauskas piega ancora la difesa puteolana, prendendosi anche la licenza di colpire da tre. Pian piano, entra in partita anche Ambrosano: i blocchi al servizio dei compagni sul perimetro – ringraziano Fabiano e Altavilla – un paio di sortite vincenti dalle parti del tabellone. La Invest fatica a sottrarsi alle indicazioni del copione: tanto tiro da fuori intervallato dalle azioni personali di Pekic. Seppure in apnea, Pozzuoli non è ancora scesa dalla giostra: 54-63 all’ultimo riposo, preceduto da un arresto e tiro di Durante. La catena si spezza definitivamente all’inizio del quarto periodo: la difesa di Trinità taglia le comunicazioni tra esterni e lunghi partenopei, maneggiando abilmente l’arma del contropiede. Botta segna cinque punti di fila, i centri si passano il testimone come in una staffetta. Gli ultimi cento metri sono per D’Elia: la festa, almeno per stasera, è finita.

Testo di Carmine Marino

 

 

 

Serie C Silver, quattordicesima giornata. I risultati

Sporting Portici – Tigers Saviano 67-85; Al Delfino Mugnano – Supermercati Extra Nola 88-78; Invest Pozzuoli – Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità 65-79; Centro Pasteur Parete – Miwa Benevento 59-86; Polisportiva Folgore Nocera – Basilicatasport.it 76-66; Vidass Curti – Promobasket Marigliano posticipata al 23/1 (ore 20.30). Ha riposato: IMA Cava de’ Tirreni

 

La classifica

Miwa Benevento 26; Diesel Tecnica Pallacanestro Trinità 22; IMA Cava de’ Tirreni 18; Basilicatasport.it Potenza, Polisportiva Folgore Nocera 16; Centro Pasteur Parete 14; Promobasket Marigliano 12; Tigers Saviano, Al Delfino Mugnano 10; Vidass Curti, Invest Pozzuoli 6; Supermercati Extra Nola, Sporting Portici 4

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#